Ben Stiller e quel cameo di Julian Assange in Zoolander 2

0
352
ben stiller

Ben Stiller coglie tutti di sorpresa: Julian Assange farà un cameo in Zoolander 2

Ben Stiller ha cercato di coinvolgere davvero qualsiasi tipo di celebrità nel tanto atteso sequel di Zoolander. Ma che addirittura si impegnasse per far rientrare tra le scene persino Julian Assange, il famoso giornalista australiano, fondatore di Wikileaks, davvero nessuno poteva aspettarselo. Tanto più strano considerando le difficoltà di girare un scena con Julian Assange, il quale non può muoversi dall’Ambasciata dell’Ecuador a Londra, dove gli è stato concesso asilo politico fin dall’agosto del 2012. Julian Assange fu costretto a riparare tra le mura dell’ambasciata ecuadoriana a seguito di accusa di stupro da parte del governo svedese. Ma l’accusa maggiore che pende sul capo di Julian è per la presunta attività spionaggio da parte delle autorità degli Stati Uniti sulle pubblicazioni di Wikileaks. I giornalista teme che se si reca in Svezia per essere interrogato, in seguito verrà estradato negli Stati Uniti.

Ben Stiller, da New York City, ha detto inizialmente in un’intervista alla radio: ‘abbiamo cercato di avere Julian Assange nel film. Ma ha detto che non poteva uscire ‘. Ha poi spiegato come hanno realizzato il cameo di Julian a Melbourne, dicendo: ‘Lo avremo, come un’orgia via satellite.’ In seguito Ben Stiller ha poi spiegato meglio la sua frase in un’intervista su KIIS 1065 al The Kyle and Jackie O Show: “(Julian) sarebbe stato parte di orgia di Hansel‘, il personaggio interpretato da Owen Wilson, Hansel McDonald, un modello maschile che ha partecipato sesso di gruppo nel film originale. ‘Abbiamo dovuto averlo tramite satellite sul monitor‘, Ben ha continuato, confermando che il giornalista australiano non avrebbe preso parte attivamente alla scena
Mercoledì scorso, Wikileaks ha dato la seguente dichiarazione al Washington Times: ‘Julian è un fan dei film di Ben‘.
Ma a dire il vero sembra troppo poco, perché Ben Stiller si convinca a impiegarlo nel suo film, anche se solo per brevi attimi, Che vi sia una simpatia tra i due che prescinde l’attività cinematografica? E’ forse segno che Ben Stiller approva il lavoro di Assange, che tenta di svelare i complotti dei governi al mondo intero?

SHARE

COMMENTA