CEV Volleyball Cup: si entra nel vivo delle competizioni

0
606

Entra nel vivo la CEV Volleyball Cup, la seconda competizione europea per importanza. Tra mercoledì e giovedì sono in programma le gare di andata dei sedicesimi di finale, che coinvolgono 24 squadre: le 12 che supereranno il turno si uniranno alle 4 formazioni eliminate al terzo turno preliminare di Champions League per comporre la griglia degli ottavi. Se la Unet Yamamay Busto Arsizio ha già calcato il palcoscenico europeo nel mese di dicembre, superando il primo scoglio rappresentato dalle belghe del VDK Gent Dames, la Pomì Casalmaggiore è attesa al debutto continentale, circa 9 mesi dopo lo straordinario trionfo in Champions League. Le farfalle di Marco Mencarelli e le rosa di Gianni Caprara sono accomunate dalla recente delusione di Coppa Italia, entrambe eliminate a un passo dalla Final Four del 4-5 marzo.

La Unet Yamamay attende al PalaYamamay il Maritza Plovdiv, team bulgaro retrocesso dalla Champions League e voglioso di riscattarsi. Il roster a disposizione di Ivan Petkov, non presenta nomi di spicco, ma da tenere a bada in particolare saranno l’opposta Gabriela Tsvetanova e la schiacciatrice Radosveta Teneva. In casa biancorossa, si attende una risposta confortante da parte di tutte le giocatrici, per raggiungere nuovamente gli alti livelli tecnici e atletici esibiti nel mese di novembre.

Anche l’avversaria della Pomì Casalmaggiore arriva dal secondo turno preliminare di Champions League, ovvero il Maccabi XT Haifa. Le israeliane sono state battute nel doppio confronto dalle polacche del Tauron MKS Dabrowa Gornicza e ora trovano un ostacolo ancor più difficile da superare. Non solo perché le rosa sono le Campionesse d’Europa in carica, ma anche per la qualità che coach Gianni Caprara può mettere in campo, perlopiù in un match di andata da disputare al PalaRadi, che nell’ultimo biennio ha visto soccombere anche grandi corazzate. Coach delle israeliane è Volodymyr Buzaiev, commissionario tecnico della nazionale ucraina. Ucraino è anche il martello principale della squadra, il posto 2 Hanna Kyrychenko, mentre il muro rosa dovrà fare attenzione anche all’opposta russa Iuliia Tsvetkova. Con il recupero quasi ultimato di Valentina Tirozzi, la Pomì può schierare la formazione-tipo, mentre è di lunedì l’annuncio dell’acquisto di Lorena Zuleta, colombiana che va a rimpolpare il reparto delle centrali.

SHARE
Trentatreenne salernitana, con così tanti sogni nel cassetto che è stato necessario costruire una cabina armadio per contenerli tutti! Si occupa di comunicazione, informazione e formazione. Ha fondato la web agency Ok Comunicare ed è appassionata di letteratura, cinema, fotografia, decoupage. E' giornalista pubblicista e in costante aggiornamento circa le dinamiche evolutive legate ai social network sites.

COMMENTA