Hall of fame: 9 nuovi ingressi

0
496

Nove nuovi ingressi nella Hall of fame del calcio italiano. Dal prossimo 17 gennaio, ne entreranno a far parte anche Giuseppe Bergomi (categoria “giocatore italiano”), Paulo Roberto Falcao (“giocatore straniero”), Claudio Ranieri (“allenatore italiano”), Silvio Berlusconi (“dirigente italiano”), Paolo Rossi (“veterano italiano”), Melania Gabbiadini (“calciatrice italiana”), Nils Liedholm, Giulio Campanati e Cesare Maldini (“premi alla memoria”). La scelta è stata effettuata da una giuria composta dal Presidente dell’Ussi, Luigi Ferrajolo, e dai direttori delle principali testate giornalistiche sportive nazionali. La cerimonia di consegna dei riconoscimenti si terrà martedì prossimo, 17 gennaio, a Firenze, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio.

L’iniziativa. Hall of Fame del calcio italiano è un’iniziativa, a carattere permanente, promossa dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) e dalla Fondazione Museo del calcio di Coverciano a partire dal 2011. La Hall of Fame mira a valorizzare il patrimonio, la storia, la cultura e i valori del calcio italiano. Ogni anno vengono aggiunti nuovi calciatori, allenatori e dirigenti viventi, nelle categorie Giocatore italiano,Allenatore italiano, Veterano italiano, Giocatore straniero, Arbitro italiano, Dirigente italiano e vengono inoltre assegnati Riconoscimenti alla memoria.

Nel 2014 l’aggiunta della categoria Calcio femminile. Nel 2014 viene aggiunta la categoria Calcio femminile, poi rinominata Calciatrice italiana. Grande soddisfazione per Silvio Berlusconi, patron del grande Milan e presidente più premiato della storia del calcio. Una grande storia, quella del Milan, società che sembra finalmente proiettata a tornare tra le grandi in Italia e soprattutto in Europa, dove manca da troppo tempo. Come successo all’Inter ,anche per il club rossonero si prospetta il passaggio ad una nuova proprietà ,che dovrebbe consentire investimenti ed acquisti importanti, ma i tifosi dubitano che nell’immediato futuro possano arrivare risultati tanto prestigiosi, come quelli ottenuti da Berlusconi. Ad ogni modo, l’attuale presenza di Silvio Berlusconi alla guida del Milan ha dato il via ad un progetto giovane e di sicuro avvenire.

Articolo di Alfredo De Rogatis

SHARE
Trentatreenne salernitana, con così tanti sogni nel cassetto che è stato necessario costruire una cabina armadio per contenerli tutti! Si occupa di comunicazione, informazione e formazione. Ha fondato la web agency Ok Comunicare ed è appassionata di letteratura, cinema, fotografia, decoupage. E' giornalista pubblicista e in costante aggiornamento circa le dinamiche evolutive legate ai social network sites.

COMMENTA