Manchester United, parla Ibra: “Inghilterra conquistata in tre mesi”

Inseguo il titolo di Premier League. Questo è il mio obiettivo.

0
700

Parla Ibra. “Non ho nessun obiettivo individuale, perché l’ho già raggiunto dopo tre mesi qui. Ho conquistato l’Inghilterra e ci sono voluti solo tre mesi”. Parola di Zlatan Ibrahimovic, il campione svedese fa un bilancio della sua avventura al Manchester United di Mourinho, dove brilla con 18 gol stagionali, di cui 13 in campionato, uno in meno del capocannoniere Diego Costa, e fissa il target: “Non inseguo nessuno – ha detto l’asso svedese – Inseguo il titolo di Premier League. Questo è il mio obiettivo. L’obiettivo individuale è una conseguenza di quello collettivo, è una sorta di bonus per ogni singolo giocatore – ha spiegato l’attaccante in un’intervista ai canali ufficiali dei Red Devils-. Se si raggiungono gli obiettivi di squadra, lo saranno anche quelli individuali. Io cerco solo di aiutare la squadra e dare il meglio, segnando, giocando bene e costruendo occasioni per i miei compagni. Finché riuscirò a farlo, so che potrò aiutare la mia squadra. Lo stesso accade per i miei compagni, anche loro aiutano la squadra come possono”.

L’analisi. Ibra analizza poi la prima parte di stagione vissuta in Inghilterra: “Abbiamo avuto dei cali, alti e bassi e poca costanza nei risultati. Poi abbiamo iniziato a vincere quando abbiamo trovato più equilibrio – ha osservato -. L’allenatore ha trovato la sua formazione base, il che non è facile quando sei nuovo e vuoi imporre la tua filosofia, il tuo gioco e il tuo modo di fare”. “L’ho detto dall’inizio, piano piano miglioreremo e faremo il salto di qualità. Abbiamo bisogno di fare un passo avanti come squadra, ora si può vedere l’identità della squadra. Stiamo ritrovando noi stessi, ma penso che possiamo fare molto di più e molto meglio. E vogliamo farlo, lavoriamo per questo”. Il Chelsea di Antonio Conte, primo in classifica e distante dieci lunghezze, è avvisato.

Pronto a scendere in campo. Ibrahimovic ha marcato visita negli ultimi due impegni di coppa contro Hull City (EFL Cup) e Reading (FA Cup), ma sarà regolarmente a disposizione di Mourinho nell’attesissimo match contro il Liverpool in programma domenica pomeriggio, pronto a dare una mano allo United nel suo percorso di risalita: “L’ultimo mese e mezzo ha dimostrato che siamo sulla strada giusta. Il gap dalla vetta era consistente, ora non è più così. Siamo più vicini adesso – ha detto lo svedese -. Aspettiamo che gli altri abbiano i loro momenti di flessione, facciano i loro errori, e noi saremo lì”.

SHARE
Trentatreenne salernitana, con così tanti sogni nel cassetto che è stato necessario costruire una cabina armadio per contenerli tutti! Si occupa di comunicazione, informazione e formazione. Ha fondato la web agency Ok Comunicare ed è appassionata di letteratura, cinema, fotografia, decoupage. E' giornalista pubblicista e in costante aggiornamento circa le dinamiche evolutive legate ai social network sites.

COMMENTA