Superbike: novità 2017

0
614

Ai nastri di partenza per la stagione 2017 di Sbk, novità sulla griglia di partenza non digerite da tutti i piloti. Il campionato che prenderà il via il prossimo 24 febbraio in Australia, mostrano cambiamenti che non vanno a genio a Nicky Hayden. Dalla prima gara del Mondiale, infatti, le posizioni di partenza in Gara 2 saranno determinate da quelle di Gara 1, ma con dettaglio fondamentale: i primi tre arrivati saranno retrocessi in terza fila, per garantire più battaglia, sorpassi e spettacolo. Una novità che alcuni piloti hanno bocciato ma che piace allo statunitense della Honda. «Aspettiamo e vediamo. Non voglio dire troppo prima di vedere come va a finire. Penso che bisogna provere prima di esprimere giudizi definitivi – afferma Hayden in un’intervista – Forse come pilota puro non posso promuovere al 100% questa idea, visto che sono cresciuto pensando che il più veloce debba essere sempre in pole. Ma riconosco che c’è l’aspetto legato al business, all’intrattenimento, e penso che da questo punto di vista la cosa possa funzionare».
Probabilmente questi cambiamenti, contribuiranno ancora di più a dare spettacolo in pista. «In generale ai piloti non piacciono i cambiamenti. Ricordo che le stesse reazioni ci sono state quando è cambiata la modalità di qualifica in MotoGp. Ma adesso sembra funzionare», ha aggiunto Hayden. Il pilota si sta duramente allenando per la nuova stagione e pensa che una Gara 2 totalmente diversa da una Gara 1, potrebbe attirare maggiori tifosi a seguire la Superbike, in tv e anche dal vivo. Motiva il suo pensiero in questo modo: «C’è una logica dietro questa idea – ha concluso – Non si tratta di relegare piloti in fondo alla griglia, ma solo di indietreggiare di un paio di file, e le gare sono lunghe. Personalmente non vedo l’ora di vedere cosa accadrà. Forse non premierà le prestazioni, come accade ora, ma l’esperienza degli appassionati conta molto perché sono i fan che chiedono maggiore spettacolo».

SHARE
Trentatreenne salernitana, con così tanti sogni nel cassetto che è stato necessario costruire una cabina armadio per contenerli tutti! Si occupa di comunicazione, informazione e formazione. Ha fondato la web agency Ok Comunicare ed è appassionata di letteratura, cinema, fotografia, decoupage. E' giornalista pubblicista e in costante aggiornamento circa le dinamiche evolutive legate ai social network sites.

COMMENTA