Trasportava un chilo di cocaina nel seno, scoperta a Francoforte per i dolori intensi

0
567
cocaina

Una donna di 24 anni, di nazionalità colombiana è stata arrestata dalla polizia doganale dell’aeroporto a Francoforte, in Germania, dopo essere stata sorpresa con poco più di un chilo di cocaina dentro il seno. Le autorità sono state allertate quando la donna ha cominciato a lamentarsi per i forti dolori, conseguenti all’operazione. Durante una perquisizione, hanno notato le cicatrici fresche sul corpo della donna, la quale infine ha ammesso.  In Colombia aveva permesso che le inserissero dei pacchetti di 500 grammi ciascuno nel suo seno nel corso di un intervento chirurgico organizzato in tutta fretta e piuttosto abbozzato, come hanno dimostrato gli effetti collaterali.
“Questo è il primo caso in Germania, in cui della droga è stata contrabbandata in questo modo,” Hans-Juergen Schmidt portavoce del Flughafen Frankfurt am Main ha detto ai giornalisti, anch’essi increduli, come gli agenti che hanno fatto la scoperta. Egli ha aggiunto che incidenti come questo dimostrano continuamente che i contrabbandieri di droga “sono del tutto indifferenti alla vita umana e le condizioni di pericolo di vita dei loro vettori di droga.”

Poco dopo la giovane donna è stata mandata, sotto stretta sorveglianza, in un ospedale locale dove i medici hanno rimosso le due buste di 500 grammi di cocaina avvolte nella plastica in ciascuno dei suoi seni.
La polizia tedesca ha potuto così costatare che il peso ed il valore complessivo di mercato della cocaina, che si aggira intorno ai 200.000 euro, e che era stata destinata ai mercati Spagna.
La donna ha cercato di giustificare l’atto dicendo che ha tre figli in Colombia, e che il lavoro di contadina non le permetteva di sostenerli. Adesso sarà accusata di contrabbando internazionale di droga e rischia di essere mandata in carcere.

Sono sempre diversi e ‘originali’ i metodi utilizzati dai contrabbandieri per smerciare la cocaina e superare i controlli alle dogane e questi metodi vanno sempre più a discapito dei corrieri, che oltre a essere quasi sempre i soli a doverne pagare le conseguenze legali, speso rischiano anche la vita, puri di racimolare qualche soldo per sfuggire alla povertà della Colombia.

SHARE

COMMENTA