Animali in via di estinzione in vendita su Facebook: scatta allarme

0
755
animali in via di estinzione

Una nuova funzione di Facebook, ma questa volta è assolutamente sgradevole ed illegale. In alcuni gruppi del noto social network infatti vengono venduti centinaia di animali selvatici della Malesia in via di estinzione, come le lontre o i gibboni bianchi.

Nel corso di un’indagine durata cinque mesi, gli investigatori hanno portato alla luce circa 30 gruppi molto attivi, tutti con lo status “chiuso”, nel quale quotidianamente animali in via di estinzione appartenenti a specie protette vengono scambiati e venduti da alcuni commercianti della Malesia.
In uno di questi gruppi, che conta circa 70.000 iscritti, sono stati identificati 100 venditori che dopo aver prelevato gli animali dai loro habitat hanno provato – con successo – a rivenderli agli utenti di Facebook.

“Si tratta di un mercato nero che prima dell’ascesa del social network non aveva mai raggiunto simili proporzioni.”
Ha dichiarato Kanitha Krishnasamy, a capo delle indagini.
“Dobbiamo ancora capire quali saranno le ripercussioni sulla fauna selvatica, ma l’azione di tutti potrà essere determinante per ostacolare questo scempio.” Ha continuato.

Un portavoce di Facebook è intervenuto per chiarire che il social network collaborerà con la polizia per rintracciare tutti i responsabili di queste organizzazioni illecite.
“Facebook, da regolamento, vieta la vendita di animali presenti nella lista delle specie protette e farà di tutto per rimuovere ogni contenuto che viole i nostri servizi.”

Hasnan Yusop, direttore del Peninsular Malaysia’s Department of Wildlife and National Parks sottolinea che l’organizzazione tiene sotto controllo gruppi sospetti già dal 2013 e da questa data ha portato a termine con successo 54 commercianti non autorizzato, provvedendo così a restituire al loro habitat naturale esemplari di 67 specie di animali in via di estinzione.

Facebook Comments

SHARE

COMMENTA