Marò, Corte Suprema Indiana ordina l’immediato rientro di Girone

0
996
marò

Marò: Finalmente, dopo diversi giorni di pressing da parte della Farnesina, la Corte Suprema Indiana ordina il rientro immediato di Girone in Italia e ha accettato di rendere immediatamente esecutivo l’ordine del Tribunale arbitrale internazionale dell’Aja. A prendere l’attesa decisione è stata una ‘sezione feriale’ della Corte di New Delhi riunitasi stamane. Salvatore Girone rimarrà in Italia per tutta la durata del procedimento arbitrale. Grande è la soddisfazione della Farnesina per la decisione della Corte Suprema Indiana, e il fuciliere italiano sarà in patria fin dai prossimi giorni. La Farnesina ha commentato così l’ottimo esito della questione: “Risultato importante, rispetteremo condizioni”. Immediato anche il commento di Renzi, che su Twitter aggiunge: “Confermiamo la nostra amicizia per l’India, il suo popolo, il suo governo. E diamo il benvenuto al marò Girone che sarà con noi il 2 giugno”.

La trattativa tra Italia e India si è conclusa dopo una lunga riunione in cui non sono mancati anche momenti di tensione, ma insieme, nelle ultime settimane, hanno lavorato e collaborato per definire le condizioni e le modalità del rientro del marò, e la specifica sulla sua permanenza nel nostro Paese del marò. In una nota del ministro degli Esteri si legge che il governo italiano ha rinnovato l’impegno di mantenere le condizioni stabilite dalla Corte Suprema indiana. La nota riporta anche che la decisione importante presa dalla Corte di New Delhi riconosce l’impegno intrapreso dal governo italiano con il ricorso all`arbitrato internazionale per far valere le ragioni dei due fucilieri di Marina e che l’Italia manterrà i passaggi previsti dal procedimento arbitrale.

Il rientro del marò Girone in Italia era stato autorizzato il 29 aprile scorso dal tribunale arbitrale dell’Aja fino alla conclusione del procedimento arbitrale avviato dal governo appunto sulla vicenda dei due marò accusati dall’india di aver ucciso due pescatori al largo delle sue coste nel 2012. Massimiliano Latorre è già in Italia con un permesso speciale per gravi motivi di salute, e vi rimarrà fino al 30 settembre.

Facebook Comments

SHARE

COMMENTA