Le onde gravitazionali ci permetteranno di ricostruire la storia dell’universo

onde gravitazionali

E anche per questa volta Einstein aveva ragione: i cambiamenti nella gravità si diffondono come onde (gravitazionali appunto) attraverso lo spazio. L’esperimento tramite il LIGO è riuscito a rilevare tali onde da una collisione tra due buchi neri con masse di circa 36 e 29 volte quella del sole (ovvero 36 e 29 “masse solari“). Ma la fusione di queste 65 masse solari (tale la loro somma) ha creato un residuo di sole 62 masse; quindi ci si chiede che è successo alle restanti tre? Queste sono state utilizzate per alimentare la raffica di onde gravitazionali, in una spettacolare dimostrazione della famosa formula di Einstein, E = mc2, dove massa ed energia sono equivalenti per la velocità della luce al quadrato.

Questo è solo l’inizio. Ora che sappiamo come misurare le onde gravitazionali, possiamo usare esperimenti come il LIGO per conoscere gli altri eventi che si verificano nel cosmo e che in precedenza non abbiamo mai avuto la possibilità di osservare. Come ad esempio le fusioni di buchi neri supermassicci nell’universo primordiale. Ma quanto indietro nel tempo possiamo andare? Che dire delle onde gravitazionali “primordiali“, ovvero risalenti alla nascita dell’universo? il LIGO potrà aiutarci a catturare anche quelle, risalendo a miliardi di anni fa?
onde gravitazionali
I buchi neri supermassicci, che gli astronomi credono siano presenti al centro di quasi ogni galassia, riescono a sprigionare forze ancora maggiori. Anche la nostra galassia, la Via Lattea, si pensa ospiti un buco di circa 4 masse solari, rilevato attraverso i movimenti delle stelle che orbitano intorno ad esso.
Ci sono molti aspetti che gli astronomi vogliono sapere su questi buchi neri supermassicci. Al momento li vediamo attraverso la grande quantità di radiazioni elettromagnetiche, come la luce visibile e i raggi X, prodotte dai gas e da altre particelle che vengono attirate da essi. Sappiamo che questo processo li aiuta a crescere, ma il modo in cui avviene resta per noi ancora misterioso. Eppure dal momento che la maggior parte del gas presente nelle galassie si muove troppo velocemente o è troppo lontano dai buchi neri, come hanno fatto i buchi neri supermassicci a diventare così grandi?

Sembra che le notifiche siano off!