Inter Juventus: il derby d’Italia (Aprile 2019)

0
9

In arrivo il derby d’Italia, come tante altre volte la sfida sarà tesa ma in palio c’è ben poco perché la Juventus è già campione d’Italia e l’Inter è abbastanza solidamente posizionata al terzo posto dietro al Napoli.

Sommario

Pretattica

Niente ritiro per la Juventus in vista del Derby d’Italia di ‘San Siro’ contro l’Inter. I giocatori bianconeri trascorreranno la serata di vigilia con le rispettive famiglie e raggiungeranno Milano direttamente domani mattina.

Allora, massimiliano Allegri ha lasciato liberi Ronaldo e compagni successivi la rifinitura di attualmente, con la squadra che si ritroverà domattina alla Continassa per partire alla volta del capoluogo lombardo.. Parola mantenuta quindi dal tecnico toscano, che nella conferenza stampa pre-Fiorentina aveva promesso ai calciatori di eliminare il ritiro pre-partita per le conclusive giornate di campionato in caso di conquista matematica dell’ottavo scudetto consecutivo.

Il derby d’Italia

Il derby d’Italia è il nome dato comunemente all’incontro di calcio tra le squadre italiane di Inter e Juventus.. Con oltre 200 incontri ufficiali disputati, si tratta della gara più volte giocatasi nel panorama calcistico italiano.

Sicuramente, per quanto riguarda la Serie A, quello fra Inter e Juventus è spesso emerso come un dualismo per le prime posizioni della classifica, a volte determinante per l’assegnazione dello scudetto; la sfida è ed anche divenuta protagonista di alcune finali, tra cui due di Coppa Italia (1959 e 1965) e una di Supercoppa italiana (2005).. Pur non essendo un derby nel senso stretto del termine, la contrapposizione sportiva tra Nerazzurri e Bianconeri mette di fronte due fra le formazioni più sostenute, titolate e con maggior tradizione sportiva, oltreché col maggior fatturato e valore borsistico d’Italia.

Infine, si tratta, in altre parole, di una «classica» del calcio italiano.. L’incontro tra l’Inter e la Juventus spesso è vissuto come il riflesso tra la rivalità, sia in ambito economico sia politico, che separa Milano e Torino, le più grandi città del Nord-Ovest d’Italia nonché, assieme a Genova, componenti del cosiddetto triangolo industriale, la regione socioeconomica che ebbe il maggior sviluppo sportivo nel Paese, oltreché di quella tra i Moratti e gli Agnelli, le famiglie che ne hanno detenuto per più tempo la maggioranza societaria; motivo per cui è anche descritto come un derby regionale.

Tensioni in casa Inter?

Per la sfida contro la Juve, Luciano Spalletti pesca quello da Don Chisciotte dal suo baule di citazioni. Il problema sono risultati e futuro: non sempre camminano insieme all’Inter.

E allora, non è un’assicurazione il contratto per altre due stagioni, l’allenatore non sa ancora se sarà nerazzurro l’anno prossimo. In un San Siro esaurito da quasi 80 mila tifosi, la partita con la Juventus si carica così di significati.

Per cui, l’Inter insegue un successo per la Champions e perché «far bene diminuirebbe un po’ la distanza con il colosso Juve. Ma per chiudere il divario servono gioco e campioni», sottolinea Spalletti.

Conseguentemente, le gerarchie d’attacco sono cambiate, stravolte dallo strappo di febbraio, quando fu tolta la fascia all’argentino.Per tentare di scalfire almeno per una notte la dittatura bianconera, l’allenatore interista si affiderà probabilmente a Lautaro, lasciando l’ex capitano Icardi in panchina.

Fonti

SHARE