Fossile di camaleonte intrappolato nell’ambra ha solo 99 milioni di anni

camaleonte ambra

Il piccolo fossile di un cucciolo di camaleonte, intrappolato nell’ambra, è stato identificato come il più antico camaleonte mai trovato. L’esemplare appena ritrovato sembra risalga nientemeno che a 99 milioni di anni, al periodo Cretaceo, e rappresenta a tutt’oggi il più antico camaleonte mai trovato.
Questo piccolissimo camaleonte misura solamente 18 millimetri di lunghezza ed è uno dei 12 esemplari di lucertola intrappolati nell’ambra, donati al Museo Americano di Storia Naturale, da parte di un collezionista privato. Tre di questi un geco, un antica lucertola e il camaleonte in questione, provenienti dalle giungle tropicali in quello che oggi è il Myanmar, si trovano in perfette condizioni di conservazione.

Il camaleonte più antico mai scoperto è anche il meglio conservato e la tecnologia 3D permetterà agli scienziati di creare un modello soddisfacente, senza dover rovinare il fossile

Questi fossili ci dicono molto sulla straordinaria, ma finora sconosciuta diversità delle lucertole nelle antiche foreste tropicali,” ha dichiarato il coautore dell’articolo apparso su Science Advances, Edward Stanley della University of Florida, che si è occupato di analizzare i campioni.
“I reperti fossili sono scarsi perché la pelle e le fragili e delicate ossa di piccole lucertole di solito non si conservano, soprattutto ai tropici, il che rende i nuovi fossili nell’ambra una finestra incredibilmente rara e unico nel suo genere in un periodo critico di diversificazione.”

Il team ha utilizzato uno scanner di micro-CT per realizzare una scansione completa in 3D degli scheletri, senza dover tagliare k’ambra. Così gli esperti sono stati poi in grado di ricostruire digitalmente modelli degli scheletri e di creare stampe 3D per conoscere meglio la fisiologia di questi antici animali.

“E ‘stato sconvolgente“, ha detto Stanley. “Di solito abbiamo un zampa o qualche altra piccola parte conservata in ambra, ma queste sono interi esemplari. Artigli, denti, anche le scaglie colorate sono perfettamente intatte; la mia esperienza con la tecnologia CT,mi ha portato a capire che questa è era l’occasione per guardare più da vicino e vedere le lucertole in prospettiva evolutiva“.

Sembra che le notifiche siano off!