Fratelli vengono arrestati per aver finto degli attacchi terroristici su Youtube

attacchi terroristici

Tre fratelli Melbourne, conosciuti per la pubblicazione di video su Youtube, in cui mettono in scena degli attacchi terroristici contro delle persone ignare per la strada, sono stati arrestati dalla polizia, che ne ha consentito il rilascio dietro pesante cauzione
I fratelli, di età compresa tra 20, 18 e 16 anni, sono stati presi in custodia dopo che gli investigatori australiani dell’antiterrorismo si sono presentati nella loro abitazione con un mandato d’arresto: i reati sono di disturbo della quiete pubblica, possesso di un’arma proibita e comportamento offensivo in un luogo pubblico.
Quei video pubblicati su Youtube non sono dei semplici “scherzi infantili“, ha spiegato l’assistente del commissario di polizia, Ross Guenther.
I due fratelli più grandi, il 20 enne ed il 18 enne dovranno presentarsi in tribunale il 20 maggio e sono stati rilasciati su cauzione, a condizione che non producano, carichino o pubblichino su qualsiasi sito di social media, immagini o video di natura offensiva.
Il fratello più piccolo, in quanto minorenne, è stato messo in libertà a dovrà comparire in un tribunale per i bambini in un secondo momento.

I fratelli hanno girato un video per le strade di Melbourne, dove vestiti con abiti mediorientali con tanto di barbe e armi finte hanno finto attacchi terroristici e rapimenti, allarmando i cittadini, che si aggiravano per le strade della città ignari. Le persone fuggivano terrorizzate non appena il trio metteva in scena i loro pesanti scherzi; sono arrivati persino a puntare una pistola su una bambina.

La nostra risposta è stata piuttosto dettata dal cambiamento nella natura di tali post, per l’escalation nel tipo di contenuto… E ‘ stato procurato un allarme significativo e ansia nella nostra comunità nel momento in cui abbiamo già un’elevata situazione di allarme.
La polizia di Melbourne adesso chiederà a Youtube l’eliminazione dei video incriminati pubblicati dai tre fratelli; il che costituirà anche un duro colpo per le tasche dei tre giovani: ciascun video infatti si è rivelato una non indifferente fonte di denaro, dal momento che i fan del trio sono pressapoco due milioni.

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI