Stonehenge, novità dal sito: più donne che uomini tra i sepolti

stonehenge

Gli archeologi hanno scoperto i resti di 14 donne, che si ritiene fossero appartenute ad un élite, sepolte all’interno del perimetro di Stonehenge.
La scoperta è stata annunciata nell’ultima pubblicazione della British Archaeology, e i risultati suggeriscono una società molto diversa da quella che finora ci è stata presentata.
L’archeologia mostra ora che per quanto riguarda le sepolture andate, le donne erano prominenti lì rispetto agli uomini. Questo contrasta con i tumuli precedenti, in cui gli uomini sembrano essere più numerosi,” ha detto archeologo Mike Pitts.
Christie Willis, una ricercatrice presso il sito britannico, ha detto che i resti rinvenuti appartenevano a 14 femmine e 9 maschi.
stonehenge
I risultati hanno portato così a dichiarare che “Stonehenge non era solo una cosa da uomini“.
In quasi ogni raffigurazione di Stonehenge da artisti e reenactors TV vediamo un sacco di uomini, un uomo in carica, e poche o nessuna donna“, ha detto Pitts.
Egli ritiene che ora grazie all’ultima scoperta, la nostra visione di Stonehenge potrebbe cambiare drasticamente.
Secondo la pubblicazione, il sito neolitico è il più grande cimitero di cremazione preistorico del Regno Unito, e le sepolture erano probabilmente riservate esclusivamente a tutto coloro avessero uno status più elevato.
I ricercatori hanno anche trovato altri oggetti sul sito, come ad esempio lunghe, ossa sottili che credono siano state utilizzate come forcine.

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI