Queste vecchie banconote da mille lire possono valire anche migliaia di euro

1000 lire

Stai rovistando tra i vecchi album di fotografie e i giochi di quando eri piccolo e, tutto ad un tratto, trovi delle mille lire nei cassetti tutti impolverati ma nel complesso in buono stato. Sei quasi tentato nel buttarli perché tanto pensi siano roba di poco valore. Piano, però, coi giudizi affrettati. Anche se li hai trascurati può capitare di avere fra le mani dei veri e propri pezzi pregiati, in grado di raggiungere una quotazione fino a 1.000 euro.

Mille lire: quali fattori incidono sul corrispettivo riconosciuto

Il corrispettivo riconosciuto dagli appassionati di numismatica dipende dall’anno in cui è stata immessa ma anche dallo stato in cui la banconote è conservata. Per scoprire se hai delle mille lire in grado di portarti qualche migliaia di euro devi esaminare l’anno di emissione, ma anche la firma e il numero di serie.   

Se hai un’unità dove è raffigurata l’immagine di Maria Montessori, risalente al 1995, e hai la firma di Speziale e Fazio, guarda immediatamente a quali sono i numeri di serie. Difatti, se comincia con “XC A”, il valore di tali biglietti corrisponde a 200 euro circa. Se, invece, il numero di serie inizia con “X”, il prezzo viene dimezzato. Se saprai comunque muoverti bene hai comunque l’opportunità di metterti in tasca un bel centone. Non ti cambierà la vita, ma non è comunque niente male. 

Bada poi se hai le mille lire d’argento stampate nel 1970. Tali monete sono infatti estremamente rare, prodotte in un’edizione limitata di appena 2.500 esemplari. Le stesse versioni di prova furono realizzate insieme. Quella di maggior valore è proprio quella riportante la scritta “prova” impressa su di essa. Se è così tienila da conto perché la quotazione è in grado di variare da un minimo di 500 a un massimo di 700 euro. Inoltre, se le condizioni sono perfette, la stima tocca i mille euro. 

Dalla banconota alla moneta

La prima banconota da 1000 lire è stata emessa dalla Banca d’Italia con il proprio nome nel dicembre 1897. Successivamente uscì una seconda versione, comunemente denominata Regina del Mare. Si tratta della riproduzione di un’opera marmorea che, un tempo, decorava la facciata di Palazzo Koch, sede dell’istituto di credito a Roma. Negli anni Settanta cominciarono a circolare pure le monete da mille lire.

Solitamente consistono in modelli commemorativi creati in occasione del centennale della proclamazione di Roma Capitale. Il valore arriva fino a 20 euro circa. Il discorso, come abbiamo già spiegato, cambia per le 1.000 lire in argento, decisamente più ambite. 

LEGGI ANCHE: Sapete che c’è una moneta da 1 centesimo che ne vale fino 7.000? Ecco qual è

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Circa l'autore

Giornalista pubblicista, laureato in Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bergamo nel 2013, con la tesi “L’evoluzione del marketing nel calcio inglese e tedesco: due sistemi a confronto” (relatore Alberto Marino, interventi di Marcel Vulpis, Christian Giordano, Gianfranco Teotino e Gianni Di Marzio). La tesi è poi confluita nella biblioteca Gea World
Dal 2018 al 2019 curatore web per l’Avv. Stefania Calì, specializzata nel diritto di famiglia.