Giorno della donna: uomo uccide la moglie, perché la cena non era pronta

giorno della donna

E’ una notizia che oggi 8 marzo, giorno della donna non vorremmo sentire, eppure la violenza sembra davvero non conoscere alcuna forma di tregua. La storia che riportiamo viene dall’Australia e ha davvero dell’incredibile. Uomo di 69 anni ha picchiato la moglie di 67 anni selvaggiamente con un bastone fino ad ucciderla, mentre lei stava dormendo. La coppia era nella loro casa di Mente Village Willowvale, in Australia.
Il motivo della tremenda furia omicida che si è impossessata dell’uomo fa ancor più rabbrividire dello stesso atto: la donna non avrebbe servito a cena il piatto che il marito le aveva chiesto.

Il colonnello Priscilla Naidu che ha avuto il caso ha descritto le circostanze che hanno portato al tremendo omicidio: “Il sospetto in precedenza aveva chiesto che gli venissero serviti dei fegatini di pollo che sono stati cucinati dalla defunta. Questo è stato durante la serata di Lunedi 7 marzo 2016. Gli è stato detto che i fegatini di pollo non erano ancora pronti per essere serviti. Poi è andato a letto e verso le 01:25 di Martedì 8 marzo 2016, il sospetto ha preso il suo bastone e ha gravemente aggredito sua moglie sulla parte superiore del corpo. L’anziana donna di 67 anni è morta sul colpo“.
Il marito è stato arrestato e accusato di omicidio. E dovrà presentarsi davanti al magistrato della corte Willowvale il Giovedi.

La furia omicida non ha risparmiato neppure il giorno della donna, che è iniziato dall’altra parte dell’oceano all’insegna del sangue e della violenza domestica.

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI