Il cardinale Pell svia le accuse di pedofilia e parla degli scandali della Banca Vaticana

cardinale george pell

Ho il pieno sostegno del Papa,” ha risposto il cardinale George Pell ai giornalisti fuori dall’hotel Quirinale che gli chiedevano come era andato l’incontro con Papa Francesco.
Questo è tutto ciò che si è limitato a dire il cardinale di origine australiana, nell’occhio del ciclone per l’accusa dei presunti abusi sessuali su minori che lo coinvolge.
Sul parroco Gerald Ridsdale, il cardinale Pell ha speso qualche parola di rammarco: “è una storia triste e non è stata di grande interesse per me … non avevo motivo di volgere la mia mente verso la misura dei mali che Ridsdale aveva perpetrato“. E ha inoltre dichiarato con fermezza che non ha alcuna intenzione di dimettersi per lo scandalo pedofilia.
Il cardinale si considera innocente ed estraneo ai fatti che avvennero nella sua diocesi molti anni fa. E sebbene sembri molto restio a parlare delle sue vicende personali – a parte dire che è sgradevole il fatto che adesso la gente lo consideri con odio – è in effetti molto più propenso a parlare degli scandali in seno alla banca vaticana e del suo ruolo nell’averne portato alla luce la mala gestione.

Parlando infatti del suo ruolo di ministro delle finanze del Papa, il cardinale Pell ha rivelato di aver scoperto milioni di dollari in conti bancari connessi alla Banca Vaticana e ha ammesso che la corruzione serpeggia tra i gradi più alti della gerarchia vaticana, ma che Papa Francesco è assolutamente lontano da queste trame.
Hanno chiuso tre o quattro mila conti di persone che non avevano alcun diritto di avere un conto lì perché c’è il pericolo che quei conti siano stati utilizzati per il riciclaggio di denaro“, ha detto.
“Chi lo sa se è la mafia o qualche altra organizzazione criminale. Questo è molto difficile da stabilire.
Ha detto che quando è stato nominato nessuno poteva dire quale fosse la posizione finanziaria del Vaticano, ma effettuando alcune indagini lui ed i suoi collaboratori hanno scoperto che c’erano ben $ 1.4 miliardi di euro di beni non rendicontati.

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI