Lesbo, il Papa sull’isola greca dei migranti

papa

Ieri il Pontefice nell’Egeo

Papa Francesco é stato ieri a Lesbo, un’isoletta greca, per visitare il centro di accoglienza profughi, costellato da numerosissime famiglie siriane e musulmane che sono scappate dai loro paesi, perché le case sono state distrutte dalle lotte di potere tutt’ora ancora in atto e dall’avanzata minacciosa dell’Isis. In particolare, il Pontefice si è recato al campo all’aperto di Kara Tepe. Al termine di questa missione lampo, Francesco ha pregato con tutti i presenti, salutandoli e benedicendoli e poi, come nel suo stile, ha fatto un gesto che ha lasciato tutti senza parole.

Il Papa via dalla Grecia con 12 profughi

Sull’aereo personale, il Santo Padre ha fatto salire ben 12 profughi portandoli con se a Roma. Saranno ospiti del Vaticano, presso la Comunità di Sant’EgidioSi tratta, nello specifico, di tre famiglie, composte da adulti e da sei minori, che sono stati scelti in maniera causale. Il Direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Padre Federico Lombardi, ha affermato che il  Papa ha voluto fare un grande gesto di accoglienza, accompagnando queste famiglie di rifugiati a Roma con il suo aereo privato. Questo é stato possibile grazie ad una trattativa che é andata a buon fine tra la Segreteria di Stato e le autorità competenti greche e italiane. I componenti delle tre famiglie sono musulmani, in particolare due famiglie vengono da Damasco, mentre una da Deir Azzor.

Il sorriso di una mamma

Il grande sorriso della mamma che passa nel corridoio dell’aereo salutando tutti è il biglietto da visita più bello di questa giornata greca di Papa Francesco. “Ciao”, risponde ai giornalisti che tentano di fermarla per un commento. È felice, ma non dice altre parole. Con lei i più piccoli, bambini, sorridenti anche loro e con la faccia furba, ancora increduli per tutto ciò che è successo oggi. Meravigliati che sia toccato proprio a loro…

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI