Morte Ciro Esposito, chiesto l’ergastolo per De Santis

ciro esposito

Dietro le sbarre!

Rischia grosso l’ultrà romanista Daniele De Santis, accusato di aver ucciso il tifoso napoletano Ciro De Santis nel maggio del 2014, prima della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina allo Stadio Olimpico. Un caso che sconvolse il mondo del calcio e rilanciò l’intero movimento nello sconforto più totale, con la partita che fu interrotta dai tifosi alla notizia dell’uccisione del ragazzo, raggiunto dai colpi di pistola di De Santis.

Quella maledetta Finale

Questi i fatti: al passaggio di alcun tifosi napoletani in via Tor di Quinto, si sentono alcuni colpi di arma da fuoco, che abbattono tre tifosi tra cui Ciro Esposito, che ferito cade a terra. Prima di morire dopo 53 giorni di agonia il giovane indicherà De Santis come suo assalitore, già arrestato come presunto omicida. L’ultrà si è sempre difeso sostenendo di essersi difeso dai tifosi napoletani che in precedenza al fatto avevano distrutto il suo chiosco sulla strada. Accecato dalla rabbia De Santis si sarebbe armato e avrebbe sparato ai napoletani, insieme ad alcuni ultrà solidali, nel cercare vendetta: un’uccisione barbara ad opera però di un personaggio conosciuto e pericoloso, con numerosi precedenti e ben noto nella curva sud giallorossa per la sua ferocia.

Derby da incubo…

Nel 2004 De Santis salì alla ribalta delle cronache per aver fermato un derby alla notizia, falsa, della morte di un bambino ad opera della polizia, tanto che arrivò a trattare direttamente con capitan Totti. Dopo la chiusura delle indagini il Pm ha formulato l’accusa contro l’ultrà, chiedendo l’ergastolo per omicidio volontario. Condotto all’udienza nell’aula bunker di Rebibbia, De Santis avrebbe contestato duramente l’accusa, urlando “L’ergastolo me lo do da solo, non me lo date voi. Non ho paura di morire, buffoni”,mentre portato via in barella, poiché ferito ad una gamba in seguito agli scontri dove è stato ferito ed ucciso Ciro

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI