Roma, tenta di violentare una prostituta e la accoltella

roma

Violentatore recidivo?!

Roma violenta! Un ragazzo agli arresti domiciliari per violenza sessuale, già noto alle forze dell’ordine, ha tentato ieri sera in una zona della Capitale, in un’abitazione del quartiere Casilino di stuprare una prostituta, per poi accoltellarla mentre tentava di sfuggirgli. L’aggressore, un ragazzo di 22 anni, di nazionalità egiziana, è stato poi arrestato lo stesso giorno dalla polizia.

L’episodio

Secondo la ricostruzione dei fatti, l’uomo avrebbe telefonato ad una prostituta dopo aver letto l’annuncio su un sito Internet. Il ragazzo aveva chiesto una prestazione a domicilio telefonando alla escort che reclamizzava la sua professione su un sito di annunci online. Quando la donna, ignara di ciò che stava per succedere, si è presentata presso la sua abitazione, l’uomo l’ha fatto entrare e poi sotto la minaccia di un coltello ha provato a violentarla. La donna ha cercato di divincolarsi, ma l’uomo è riuscito ugualmente ad aggredirla e a denudarla tentando di avere un rapporto sessuale completo. Approfittando di un attimo di distrazione, la ragazza ha cercato di raggiungere la porta di uscita, ma è stata raggiunta, picchiata e ferita con due coltellate: una alla gamba e l’altra alla mano. Con la forza della disperazione la prostituta è riuscita a raggiungere la strada ed immediatamente ha chiesto aiuto ad un passante. Sul posto sono intervenuti gli agenti del reparto volanti della Questura, che dopo aver ascoltato attentamente le dichiarazioni della donna, hanno fatto irruzione a casa dell’egiziano e lo hanno bloccato.

La donna in ospedale

Soccorsa da personale del 118, la ragazza è stata medicata in ospedale, e a causa delle profonde ferite riportate è stata refertata con diversi giorni di prognosi, mentre il ragazzo è stato arrestato ed accompagnato direttamente negli uffici del Commissariato di Casilino. Ora 22enne africano è in attesa di essere processato è in carcere, con l’accusa di violenza sessuale e lesioni personali aggravate.

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI