Un tumore al seno di 15 kg: intervento straordinario eseguito al Policlinico Gemelli

tumore

Un’operazione durata tre ore e riuscita perfettamente è stata compiuta dai medici del Policlinico Gemelli di Roma per asportare un tumore al seno la cui massa aveva raggiunto dimensioni da record: 15 kg.
Non si tratta del tumore più grosso di sempre mai asportato – ricordiamo il caso di un uomo vietnamita afflitto da un tumore di 80 kg – ma in Italia, un paese dove la prevenzione viene predicata continuamente sui media nazionali, una simile crescita deve far riflettere.

La donna di 60 anni alla quale è stato asportato il tumore adesso sta bene e grazie al talento dei medici che l’hanno operata è stata dimessa senza aver riportato danni.
Tuttavia l’intervento presentava non poche difficoltà, dovute innanzitutto alla vascolarizzazione di una massa tumorale di 15 chili e alle dimensioni della ferita formatasi dopo la sua rimozione.
Tutti ostacoli che lo staff medico del dottor Masetti ha brillantemente superato, senza esporre la sessantenne a rischi ulteriori.

Adesso, nonostante l’operazione sia perfettamente riuscita e la paziente sia stata dimessa, è necessario attendere gli esiti dell’esame istologico per conoscere lo stato di salute complessivo della donna e le conseguenze di un tumore lasciato a crescere indisturbato per anni.
Il dottor Masetti ha spiegato che si arriva a simili situazioni a causa di paura e ansia.
“Si crea un circolo vizioso e la paura ti paralizza. Capisci di avere un tumore, ma il confronto con la malattia ti paralizza e non prendi provvedimenti. Al tempo stesso aumenta l’angoscia dovuta a un senso di manchevolezza per non aver richiesto le cure.”

Oltre alla paura del tumore che inevitabilmente la malattia comporta, affiora dunque anche un senso di colpa molto forte nei confronti dei propri parenti.
Ne scaturisce vergogna e il terrore di farsi vedere dal proprio medico, per timore di una diagnosi infausta.

Il primo passo per una buona terapia contro un tumore è la prevenzione: una diagnosi tempestiva consente di rimuovere la massa ed evitare metastasi ad organi più delicati. Normalmente questi super tumore sono biologicamente molto lenti e non sono aggressivi come altri, magari più piccoli, con sintomi meno evidenti, ma per i quali la diagnosi è spesso letale.

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI