Anticipo TFS: è concesso ai dipendenti pubblici?

Anticipo TFS

I dipendenti del settore privato, com’è risaputo, hanno diritto a presentare richiesta per l’anticipo del TFR spettante dal proprio datore di lavoro. Ovviamente, la misura vale solamente per alcune categorie, rispettose di determinati requisiti e alle prese con esigenze ben precise (acquisto prima casa, ecc.). Ma i dipendenti del pubblico impiego ricevono a loro volta l’anticipo TFS

In tanti si interrogano se sia possibile avere un anticipo del TFS prima del pensionamento. Purtroppo la risposta è negativa: i dipendenti pubblici tuttora in servizio non hanno facoltà di richiedere l’anticipo del TFS/TFR maturato.

Anticipo TFS: vietato dal Testo Unico

Lo vieta espressamente il Testo Unico della legislazione sulle prestazioni previdenziali a favore dei dipendenti civili e militari dello Stato. Dunque, a differenza di quelli che prestano servizio nel ramo privato, i lavoratori pubblici hanno il cancello sbarrato per quanto riguarda l’acconto sulla propria buonuscita. L’unica eccezione riguarda chi ha già avuto accesso alla pensione: in tal caso, potrà avanzare domanda mediante banche. 

Il TFS/TFR nel settore pubblico non viene infatti realmente accantonato, bensì solo figurativamente e viene liquidato alla cessazione del servizio. In ogni caso, qualche anno fa con una sentenza storica il Giudice del Lavoro di Firenze aveva riconosciuto a due dipendenti l’anticipo TFS per l’acquisto della prima casa, non ritenendo valida la motivazione usata nel rigetto della domanda, cioè che le somme sono solo figurativamente accantonate.

La sentenza del Giudice del Lavoro di Firenze

Sebbene la sentenza non apre alla possibilità di anticipo all’intera categoria dei lavoratori del settore pubblico, in qualche modo potrebbe costituire un precedente per altre sentenze dello stesso tipo. 

Nel frattempo per i dipendenti del pubblico impiego non è comunque previsto il diritto all’anticipo del TFS/TFR. Questo neanche se la richiesta è legata a spese mediche, impreviste ed importanti, o all’acquisto della prima casa. 

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Circa l'autore

Giornalista pubblicista, laureato in Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bergamo nel 2013, con la tesi “L’evoluzione del marketing nel calcio inglese e tedesco: due sistemi a confronto” (relatore Alberto Marino, interventi di Marcel Vulpis, Christian Giordano, Gianfranco Teotino e Gianni Di Marzio). La tesi è poi confluita nella biblioteca Gea World
Dal 2018 al 2019 curatore web per l’Avv. Stefania Calì, specializzata nel diritto di famiglia.