Vacanze in albergo: cosa curare al meglio per soddisfare i clienti

Il periodo estivo è ormai dietro alle porte e molte persone stanno progettando (se non lo hanno già fatto con scrupoloso anticipo) le loro vacanze. C’è chi andrà all’estero, soprattutto per via dell’allentamento delle restrizioni per l’emergenza sanitaria, e chi invece preferirà rimanere nelle meravigliose località turistiche del Bel Paese.

Tante sono le modalità che gli italiani (e gli stranieri) possono sfruttare per vivere il loro soggiorno di piacere al meglio. Magari facendosi ospitare da degli amici, oppure prendendo una camera in affitto online, o ancora prenotando la stanza di un albergo o di un residence.

Quest’ultima possibilità è sicuramente quella che più viene in mente quando si parla di andare in vacanza al mare o in montagna, e gli albergatori lo sanno bene. Infatti, proprio poco prima dell’estate si prepararono di tutto punto per accogliere i villeggianti nel modo migliore possibile.

I clienti sono sempre più esigenti e si aspettano solo il meglio dalla loro vacanza, controllando che ogni minimo dettaglio sia perfetto. Per questo, le attività alberghiere devono fare molta attenzione in tutto, anche in quello che può sembrare secondario od opzionale.


Non bisogna dare nulla per scontato

Raramente si parla, per esempio, delle forniture per alberghi, ossia di tutta quella oggettistica che va dalla tovaglia alle posate, fino agli accessori da bar e caffetteria. Questo perché fin troppo spesso si pensa che sia soltanto la qualità del cibo e delle bevande a determinare il giudizio dei clienti. Purtroppo, però, non sempre è così.

Sui maggiori siti di recensioni capita infatti di leggere recensioni su un albergo, o un bed & breakfast o un residence, magari anche entusiastiche, ma che mostrano un voto più basso di quanto ci si aspetterebbe. Ciò è dovuto in molti casi non (solo) alla pessima esperienza generale o a un menù ben sotto le aspettative, ma (anche) a una fornitura poco azzeccata.

Magari il piatto sarà anche buono e gustoso, ma avere delle posate poco funzionali o addirittura che si rompono con facilità può far storcere il naso ai clienti, e quindi vedersi dare un giudizio complessivo più sul negativo che sul positivo.

Dare rilievo all’estetica, senza perdere in praticità

Se la fornitura che si andrà a scegliere per la propria attività non deve deteriorarsi in fretta tra le mani del cliente, anche l’occhio vuole del resto la sua parte. È importante quindi scegliere con cura la fornitura che sia in grado di migliorare l’immagine dell’albergo, così come compiacere l’occhio della clientela.

Tuttavia, i prodotti esteticamente migliori spesso sono anche quelli che allo stesso tempo riescono a proporre alle persone un servizio più complesso e raffinato, facendo quindi una differenza davvero significativa. Non si tratta solo di mera apparenza.

Online sono presenti diversi shop online, come quello di Novalberghiera, dedicati alle forniture per alberghi e ristoranti, dove è possibile valutare da remoto una gamma di proposte sempre più vasta e diversificata, con prodotti realizzati dai migliori marchi e con dei prezzi piuttosto vantaggiosi.

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
0
Shares