1.900 euro per questa moneta da 20 Centesimi! Meglio dare un’occhiata!

Valore della moneta da 20 centesimi 1908 “Libertà Librata” Vittorio Emanuele III

Avete mai sentito parlare della moneta da 20 centesimi 1908 “Libertà Librata” Vittorio Emanuele III?

Tutti sanno che Vittorio Emanuele III è sempre stato molto interessato alla numismatica e quando divenne Re decise di avere un ruolo di carattere decisionale anche per quanto riguardava l’aspetto estetico delle monete. Questo esemplare da 20 centesimi rappresenta proprio un’innovazione estetica.

A differenza delle monete precedenti, si è deciso di non raffigurare più il ritratto del Re. La moneta da 20 centesimi 1908 “Libertà Librata” Vittorio Emanuele III è stata coniata a partire dal 1908 fino al 1922 e dal 1926 al 1935 per i soli collezionisti.

È composta in Nichelio 975/1000, ha un diametro di 21,5 millimetri, un peso di 4 grammi e presenta un contorno rigato.

Nella facciata del dritto troviamo la raffigurazione del profilo greco di donna che guarda verso sinistra, con una spalla nuda. Nella mano destra tiene una spiga di grano. Accanto a quest’ultima, vicino al bordo, c’è la scritta in stampatello maiuscolo “ITALIA”.

Nella facciata del rovescio, invece, troviamo una figura femminile dai lunghi capelli che rappresenta la Libertà che si libra in volo verso sinistra e che guarda verso destra. Nella mano sinistra tiene una fiaccola e le vesti l’avvolgono modellati dal vento. In basso c’è uno scudo sabaudo adornato da una corona reale e fregi. A sinistra troviamo l’indicazione del valore nominale C. 20, l’anno di conio e subito sotto una piccola R che indica la Zecca di Roma. Infine, ai lati ci sono i nomi dell’incisore Giorgi INC e del disegnatore L. Bistolfi seguito dal monogramma LB.

Valore della moneta da 20 centesimi 1908 “Libertà Librata” Vittorio Emanuele III

Il valore della moneta da 20 centesimi 1908 “Libertà Librata” Vittorio Emanuele III

La moneta da 20 centesimi 1908 “Libertà Librata” Vittorio Emanuele III ha un valore differente a seconda dall’anno di conio e dello stato di conservazione. Di seguito un elenco dettagliato:

  • Dal 1909 al 1914: 200 euro in FDC, 50 euro SPL, 5 euro BB.
  • Dal 1920 al 1922: 60 euro in FCD, 8 euro SPL, 1 euro BB.
  • 1919: 350 euro FDC, 100 euro SPL, 15 euro BB.

Esemplari dedicati ai collezionisti:

  • 1926: 400 euro in FDC.
  • 1927: 750 euro in FDC.
  • Dal 1928 al 1935: 1.900 euro in FDC.

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
0
Shares