2 euro Costituzione Italiana del 2018: ecco com’è fatta e qual è il suo valore

2 euro Costituzione Italiana

Come spesso accade, la Repubblica Italiana decide di coniare delle monete da 2 euro commemorative, dedicate a personaggi storici, avvenimenti o anniversari particolari del nostro paese. Nel 2018 è stata la volta dei 2 euro Costituzione Italiana.

La Costituzione della Repubblica Italiana è considerata uno dei testi più belli mai scritti e riporta quelle che oggi sono le leggi che regolano il nostro paese. Approvata dall’assemblea costituente il 22 dicembre del 1947 e promulgata dal capo provvisorio dello Stato Enrico De Nicola il 27 dicembre seguente, è entrata ufficialmente in vigore il primo gennaio del 1948.

Il 2018 è stato l’anno del settantesimo anniversario della sua pubblicazione e la Repubblica Italiana ha deciso di commemorare questo evento creando una moneta dedicata ad esso.

Come tutte le altre monete da 2 euro, anche questa è bimetallica ed è composta in Nichel e Ottone all’interno e in Rame e Nichel all’esterno. Il contorno è rigato e presenta sei stelle a cinque punte e sei volte il numero 2, rivolto alternativamente tre volte verso l’alto e tre volte verso il basso. Ha un diametro di 25,75 millimetri e un peso di 8,5 grammi.

2 euro Costituzione Italiana

Se il rovescio presenta tutti gli elementi classici delle monete da 2 euro, il dritto cambia. Su di esso troviamo una raffigurazione del momento in cui la Costituzione è stata firmata da Enrico De Nicola, all’epoca capo provvisorio dello Stato. Alla destra del Presidente c’è Alcide De Gasperi e alla sua sinistra c’èil capo dell’assemblea costituente. In alto compare la scritta in stampatello “COSTITUZIONE”. In basso, sempre in stampatello, troviamo la dicitura “CON SICURA COSCIENZA”, la R della Zecca di Roma e gli anni 1948 – 2018.

Valore dei 2 euro Costituzione Italiana

La moneta è stata coniata soltanto nel 2018 in 4.000.000 di pezzi. Parliamo quindi di una moneta molto comune.

Se la moneta è circolata, il suo valore difficilmente supererà il suo valore nominale, quindi 2 euro. Se ne avete qualcuna in Fior di Conio, potreste ricavarne circa 3,50 euro per pezzo. Il consiglio che vi diamo, quindi, è quello di conservarla. Perché comunque è una moneta che potrebbe arricchire la vostra collezione privata e chissà, acquistare valore nel tempo.

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
1
Shares