50 anni senza Giuseppe Ungaretti: i collezionisti vanno matti per il francobollo dedicato al grande poeta!

Francobollo Giuseppe Ungaretti

Il ministero dello Sviluppo Economico italiano, nel giugno dello scorso anno, ha deciso di celebrare il grande Giuseppe Ungaretti, emettendo un francobollo ordinario a lui dedicato, che è entrato a far parte della serie tematica “il Patrimonio artistico e culturale italiano”. Andiamo a conoscere insieme questo splendido pezzo di Filatelia.

Giuseppe Ungaretti è nato ad Alessandria d’Egitto l’8 febbraio del 1888 ed è morto a Milano il primo giugno del 1970. Egli è stato un poeta, scrittore, traduttore, giornalista e accademico italiano, considerato tra i più grandi di tuttala letteratura del nostro paese.

Nel 2020, in occasione del cinquantesimo anniversario della sua morte, il Ministero dello Sviluppo Economico ha deciso di rendere onore a questo enorme personaggio della letteratura italiana emettendo un francobollo a lui dedicato. Andiamo a conoscere le sue caratteristiche e il suo valore.

Caratteristiche, tiratura e valore del francobollo dedicato a Giuseppe Ungaretti

La data di emissione è stata il primo giugno del 2020, a cinquanta anni esatti dalla morte del grande poeta e scrittore. Come anticipato, si tratta di un francobollo ordinario dedicato a Giuseppe Ungaretti, che è entrato a far parte della serie tematica “il Patrimonio artistico e culturale italiano”.

Francobollo Giuseppe Ungaretti

L’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A. si è occupato della stampa, che ricordiamo essere in rotocalcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente. Il francobollo ha una tiratura di quattrocentomila esemplari, divisi in fogli da quarantacinque pezzi per ognuno.

La vignetta raffigura, un ritratto di Giuseppe Ungaretti, in primo piano su alcuni elementi grafici rappresentativi del poeta italiano: un libro, le lettere dell’alfabeto e una lavagna. Completano poi il francobollo la leggenda “GIUSEPPE UNGARETTI”, le date “1888 – 1970”, la scritta “ITALIA” e l’indicazione tariffaria “B”. Essendo attribuibile appunto ad una tariffazione “B”, esso è stato venduto sui canali ufficiali per un prezzo di 1,10 euro a pezzo.

Oggi, che ovviamente sono terminati i pezzi disponibili per la vendita, è comunque possibile trovarne alcuni che i privati rivendono sui maggiori siti di E-commerce. Per l’occasione è stata realizzata anche una cartella filatelica in formato A4 a tre ante, contenente una quartina di francobolli, un francobollo singolo, una cartolina annullata ed affrancata e una busta primo giorno di emissione.

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
0
Shares