Bonus Pc e internet, si parte il 9 novembre, ecco le novità

Did senza consumo di Giga

Dopo lunghe settimane di attesa finalmente parte la tanto attesa misura del bonus Pc e tablet. Una misura che comunque continua a fare discutere per il metodo prescelto per le erogazioni, con il voucher fino a 500 euro che viene assegnato non al consumatore finale, bensì alla compagnia di servizi internet che oltre al Pc dovrà fornire anche la connettività.

Si parte con le domande quindi, perché la misura che doveva scattare a metà ottobre, è in sensibile ritardo.

Via alle domande per il bonus Pc e tablet

Si parte dal prossimo 9 novembre, questo ciò che è stato deciso per il bonus Pc, tablet e Internet. La misura si rivolge alle famiglie con Isee fino a 20mila euro. Una misura nata per ridurre il gap digitale tra le famiglie italiane, molte delle quali non hanno la possibilità di acquistare i device o di avere una connessione veloce a Internet. Un gap digitale che si è manifestato con tutta la sua forza in epoca lockdown e che continua ad essere evidente adesso che molte scuole, causa risalita dei contagi, stanno tornado a chiudere e a deviare sulla didattica a distanza.

Per risolvere queste differenze sociali, le famiglie con studenti  potranno richiedere il voucher, per un massimo di 500 euro. Un buono spendibile per dotarsi di connessone internet veloce e di un computer o di un tablet.

Bonus Pc, le cose da conoscere

La misura quindi si rivolge a dare sostegno alle famiglie a basso reddito.  Il buono avrà un valore massimo fino a 500 euro e potrà essere utilizzato sotto forma di sconto per ottenere una connessione a banda ultralarga e un dispositivo per la navigazione a scelta della famiglia, che sia un tablet o un personal computer. La connessione dovrà avere una velocità di almeno 30 megabyte e pertanto, chi ne ha una meno veloce potrà intervenire per migliorarla sfruttando il bonus.

Lo sconto sarà applicato direttamente dal fornitore del servizio, cioè dalla compagnia telefonica. La formula dovrebbe essere 300 per il device e 200 per la connettività, ma sembra che potrà essere anche 400+100.

Alla domanda di attivazione dell’abbonamento si dovrà presentare un documento di identità, il codice fiscale e un’autocertificazione del proprio Isee. Occorre ricordare al riguardo che l’Indicatore della situazione economica equivalente non deve superare 20mila euro. Una volta avuta la connettività occorre sottoscrivere un abbonamento che non può essere di durata inferiore a 12 mesi. La parte di voucher per la connettività sarà uno sconto sui canoni mensili e naturalmente sulle spese di adeguamento dell’impianto di connettività, per chi vuole velocizzarlo o per chi deve completamente istallarlo.

La domanda per il voucher, che partirà il prossimo 9 novembre,  andrà inoltrata sia telematicamente che presso il negozio dell’operatore.

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
0
Shares