Bonus sanificazione: cosa riguarda, la scadenza

bonus santificazione

Fra poco, il prossimo 7 settembre, si chiuderà la finestra per indicare all’Agenzia delle Entrate il bonus sanificazione e DPI. Dunque, competerà all’ente stabilirne l’importo. Per il via libera all’incentivo spettante, l’invio della comunicazione sulle spese di mascherine e gel disinfettati è solo uno dei tanti oneri a cui assolvere.

Il provvedimento pubblicato il 10 luglio 2020 dall’Agenzia delle Entrate dispone un articolato iter per il bonus sanificazione e DPI. Il credito d’imposta è pari al 60 per cento del tributo corrisposto, fino a un massimo di 60mila euro, introdotto dal Decreto Rilancio. 

Bonus sanificazione: scade l’11 settembre 2020

Alla notifica delle spese sostenute e da sostenere entro il 31 dicembre 2020 seguirà la pubblicazione, da parte dell’Agenzia delle Entrate, dell’importo del credito d’imposto fruibile effettivamente dal presentante domanda. In base alle richieste ricevute e nei limiti dei fondi disponibili (200 milioni per il 2020 ed altrettanti per il 2021), un provvedimento sancirà la percentuale riconosciuta del bonus sanificazione e DPI. La scadenza è concordata all’11 settembre 2020.  

La misura in questione è certamente una di quelle a più ampio respiro, considerando che – a causa della pandemia e delle direttive INAIL per la tutela di lavoratori e clienti – le imprese hanno versato e continueranno a versare per “pulizie straordinarie” ed acquisto dispositivi di protezione. Nell’ambito dei costi ammissibili rientrano: 

  • prodotti detergenti e disinfettanti;
  • mascherine;
  • termometri;
  • pannelli divisori;
  • sanificazione di strumenti da lavoro e spazi pubblici. 

L’incentivo fa riferimento pure alle spese effettuate in economia dal dipendente dell’azienda, sulla base del tariffario orario del soggetto e delle ore impiegate nell’attività di sanificazione. Nella circolare diffusa si legge poi che il corrispettivo massimo del credito d’imposta per sanificazione e DPI è pari all’importo richiesto moltiplicato per la percentuale notificata dal direttore dell’Agenzia delle Entrate, entro il prossimo 11 settembre. 

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Circa l'autore

Giornalista pubblicista, laureato in Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bergamo nel 2013, con la tesi “L’evoluzione del marketing nel calcio inglese e tedesco: due sistemi a confronto” (relatore Alberto Marino, interventi di Marcel Vulpis, Christian Giordano, Gianfranco Teotino e Gianni Di Marzio). La tesi è poi confluita nella biblioteca Gea World
Dal 2018 al 2019 curatore web per l’Avv. Stefania Calì, specializzata nel diritto di famiglia.