Contributi a fondo perduto: condizioni e Comuni interessati

Contributi a fondo perduto

Il Decreto Agosto ha individuato 29 Comuni per i contributi a fondo perduto concessi ai negozi dei centri storici. Un nuovo bonus per i commercianti colpiti dalla crisi, riconosciuto ai titolari di Partita Iva che esercitano attività commerciali ed economiche in città ad alto tasso di presenza di turisti stranieri. 

Contributi a fondo perduto: 29 i Comuni interessati

La misura assolve allo scopo di sopperire agli incassi mancati. I contributi a fondo perduto disposti dal Decreto Agosto riprendono in parte le regole per l’incentivo del Decreto Rilancio. La cifra minima corrisposta sarà pari a:

  • 1.000 euro per le persone fisiche;
  • 2mila euro per i soggetti diversi. 

29 i Comuni interessati, definiti in base ai parametri indicati dal Decreto Agosto:

  • per i capoluoghi di città metropolitana, la presenza di turisti stranieri deve essere pari o superiore a quella dei residenti;
  • per i capoluoghi di Provincia, pari almeno a 5 volte il numero dei residenti

Rispettano i suddetti requisiti: Agrigento, Bari, Bergamo, Bologna, Bolzano, Cagliari, Catania, Como, Firenze, Genova, La Spezia, Lucca, Matera, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Pisa, Ragusa, Ravenna, Rimini, Roma, Siena, Siracusa, Torino, Urbino, Venezia, Verbania, Verona.  

Si tratta di una conferma parziale rispetto a quanto stabilito pure per il bonus INPS di 600 e 1.000 euro. Il ristretto gruppo di beneficiari – chiarisce l’intento del provvedimento – è fornire un aiuto concreto alle piccole attività commerciali ed economiche che hanno registrato perdite a causa della diminuzione del turismo estero.  

Calo di fatturato

Per la verifica dei requisiti d’accesso bisogna inoltre fare riferimento al calo di fatturato registrato a giugno 2020 rispetto allo stesso mese del 2019. L’importo dei contributi a fondo perduto va dal 10% al 20% del calo di fatturato. Il bonus minimo è di 1.000 euro, mentre quello massimo è di 150mila euro. Il compito di attuazione resta a carico dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione. 

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Circa l'autore

Giornalista pubblicista, laureato in Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bergamo nel 2013, con la tesi “L’evoluzione del marketing nel calcio inglese e tedesco: due sistemi a confronto” (relatore Alberto Marino, interventi di Marcel Vulpis, Christian Giordano, Gianfranco Teotino e Gianni Di Marzio). La tesi è poi confluita nella biblioteca Gea World
Dal 2018 al 2019 curatore web per l’Avv. Stefania Calì, specializzata nel diritto di famiglia.