È una delle monete più ricercate e può valere migliaia di euro! Ecco qual è

Valore del Fiorino d’oro del 1252

Vi abbiamo parlato più volte di vecchie monete, che in molti potrebbero avere conservato negli anni. Oggi, invece, vogliamo mostrarvi un esemplare molto più antico: il Fiorino d’oro del 1252.

La storia del Fiorino d’oro risale al 1250, quando dopo anni di disaccordi tra guelfi e ghibellini, nacque la Repubblica del Primo Popolo. Il Governo decise, nel 1252, di coniare una moneta d’oro per gli affari dei propri mercanti e dei propri banchieri. Quella moneta prese il nome di Fiorino.

Quali sono le sue caratteristiche? Il Fiorino d’oro del 1252 è composta in oro puro 24 carati, ha un diametro che si aggira tra i 20 e i 21 millimetri e un peso che varia tra i 3,46 e i 3,53 grammi.

Avendo un potere d’acquisto piuttosto elevato in quegli anni, il Governo del Primo Popolo decise di coniare anche dei sottomultipli, come il Fiorino d’argento che valeva circa 1/20 di quello in oro.

Sulla facciata del dritto della moneta, troviamo al centro un fiore di giglio, contornato a destra e sinistra dalla scritta in stampatello maiuscolo “FLOR ENTI”.

Nella facciata del rovescio, invece, è raffigurato San Giovanni in piedi, con un aureola e con indosso una tunica e un mantello con delle frange. Con la mano sinistra, il Santo Patrono sorregge un asta che riporta una croce all’estremità e che va ad appoggiarsi sulla sua spalla. Mentre la mano destra è rivolta verso l’alto, in segno di benedizione. Alla destra e alla sinistra, vicino al bordo, compare la scritta in stampatello maiuscolo “- S IOH NNES – B -“.

Valore del Fiorino d’oro de 1252

Il Fiorino d’oro del 1252 è considerato, oggi, tra gli esemplari più rari e ricercati nel mondo numismatico. Infatti, è classificato con R3.

Non ci sono molte notizie riguardo la tiratura effettiva, ma durante un’asta del 2008, un esemplare di questa moneta è stato battuto per ben 3304 euro.

Valore del Fiorino d’oro del 1252

Attenzione però, perché nello stesso anno fu coniata un’altra versione del Fiorino d’oro, denominato I Serie. Questo esemplare si differenzia dal primo dall’aureola del santo, che appare composta da perline e non liscia.

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
0
Shares