Fino a 1.600 euro per questa banconota da 5.000 lire! Meglio riaprire i cassetti dei ricordi

5.000 lire Antonello da Messina

Chi è che non ha conservato vecchie monete o banconote ormai fuori corso, ma dalle quali non abbiamo voluto separarci per ricordo dei tempi passati? È il momento di tirarle fuori, perché tra loro potrebbero essercene alcune che oggi hanno acquistato un bel valore. Oggi parliamo della banconota da 5.000 lire Antonello da Messina.

Questa banconota è stata stampata dalla Banca D’Italia negli anni 1979, 1980, 1982 e 1989. È stata messa ufficialmente in circolazione dal 16 luglio del 1979 ed è andata fuori corso dal primo marzo del 1989.

A comparire sulla banconota è il volto di Antonello da Messina, uno dei pittori più importanti della Sicilia e dell’Italia e le sue dimensioni sono di 127 x 61 millimetri.

Ma quanto vale oggi questa banconota?

Come sempre, per definire il valore di una vecchia banconota, bisogna valutare il suo stato di conservazione e verificare se appartenga ad una serie iniziale, particolare o sostitutiva.

5.000 lire Antonello da Messina

Per quanto riguarda la prima serie, parliamo quindi di quelle banconote che hanno un numero di serie che inizia per AA e termina per A, il suo valore ad oggi si aggira intorno ai 280 euro.

Ma passiamo ora alle banconote sostitutive, ossia tutti quei pezzi stampati in sostituzione di banconote strappate o danneggiate irrimediabilmente. Al contrario delle banconote normali, queste sono state prodotte in un numero infinitamente minore, il che le rende automaticamente molto più rare e di valore.

Le riconoscete perché su queste banconote il numero di serie inizia con la X.

  • Numero di serie che inizia con XA e termina con A: fino a 1400 euro;
  • Numero di serie che inizia con XA e termina con B: fino a 1600 euro;
  • Numero di serie che inizia con XA e termina con C: fino a 1300 euro;
  • Numero di serie che inizia con XA e termina con D: fino a 1300 euro.

È importante però precisare che tutti i prezzi che vi abbiamo elencato di sopra, sono da attribuire esclusivamente a banconote in Fior di Stampa, ossia in condizioni perfette. Se ne avete qualcuna che non è in Fior di Stampa, ma che comunque è conservata bene, vi consigliamo di farla valutare a degli esperti, perché potrebbe comunque valere qualche centinaio di euro.

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
1
Shares