Fino a 700 euro per questa versione delle Mille Lire. Attenzione se ne avete conservata qualcuna!

Mille Lire di Giuseppe Verdi

Almeno una volta nella vita, la maggior parte delle persone ha avuto modo di avere tra le mani, o vedere, la banconota da Mille Lire di Giuseppe Verdi, il grandissimo compositore e senatore della Repubblica italiana, vissuto dal 1813 al 1901. Sono circa venti anni che la Lira non è più la moneta ufficiale del nostro paese, ma qualcuno potrebbe averne ancora qualche esemplare in giro per casa. Se così fosse, vi consigliamo di dargli un’occhiata!

La banconota da Mille Lire di Giuseppe Verdi, è stata utilizzata in Italia dal 1969 al 1981. Successivamente è stata sostituita prima da quella con rappresentato Marco Polo e, infine, da quella che ci ha accompagnato fino al passaggio all’euro: le Mille Lira di colore rosa con raffigurata Maria Montessori.

Il valore delle Mille Lire di Giuseppe Verdi

Alcuni hanno deciso di tenerne qualcuna da parte per ricordo. Altri, l’hanno ricevuta in eredità dai propri genitori o nonni. Oggi, però, questa banconota potrebbe avere anche un valore economico oltre che affettivo.

Infatti, se mantenuta in Fior di Stampa, la banconota può valere anche fino a 700 euro. Un valore che è destinato anche a salire con il passare degli anni. Si stima, infatti, che nel 2025, un esemplare mantenuto perfettamente, potrebbe arrivare addirittura a valere 25.000 euro.

Se invece, lo stato delle Mille Lire non è perfetto, il valore va comunque dai 50 euro in su, a seconda anche dell’annata in cui sono state stampate.

Mille Lire di Giuseppe Verdi

La banconota da Mille Lire di Giuseppe Verdi, raffigura il busto del noto musicista posizionato a destra. Al centro del titolo al portatore, compare il valore dello stesso scritto sia in cifre che in lettere, sovrastato dalla scritta “BANCA D’ITALIA”.

Questa banconota è circolata nel nostro paese fino al 2001. I primi esemplari hanno cominciato a circolare in Italia nel luglio del 1969 e, ad oggi, risultano essere quelli più ricercati.

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
0
Shares