Francobollo Cesare Maccari: ecco come è fatto e quanto vale! Se ami la Filatelia devi assolutamente averlo!

Caratteristiche del Francobollo Cesare Maccari

La collezione filatelica italiana è stracolma di francobolli bellissimi dedicati a personaggi, istituzioni, monumenti o enti che hanno avuto o hanno un’importanza rilevante nella storia del nostro paese. Oggi vogliamo mostrarvi un esemplare emesso dall’Istituto Poligrafico e Zecca di Stato italiano nel novembre del 2019. Ecco a voi il francobollo Cesare Maccari.

Cesare Maccari è nato a Siena il 9 maggio del 1840 ed è morto a Roma il 7 agosto del 1919. È considerato uno dei più importanti pittori e scultori italiani dell’era moderna e le sue opere sono apprezzate non solo in territorio italiano, ma anche all’estero.

Dopo essere stato allievo di Luigi Mussini all’Accademia di Siena, dove ha avuto modo di studiare i più importanti pittori veneti del XVI secolo, si recò a Firenze per studiare i grandi pittori rinascimentali fiorentini, quali Raffaello, Leonardo da Vinci ecc. Giunto a Roma, la famiglia Savoia, appena diventata la famiglia reale italiana, gli affidò la decorazione della Cappella Reale del Sudario, che finì di affrescare nel 1873.

Nel 2019, in occasione del primo centenario della sua morte, la Repubblica Italiana ha deciso di emettere un francobollo celebrativo in onore del grande artista fiorentino. Andiamo a vedere come è fatto, qual era il suo valore appena uscito e qual è il suo valore oggi.

Caratteristiche del francobollo Cesare Maccari

Come anticipato, la data di emissione di questo francobollo è stata il 15 novembre del 2019. Si tratta di un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “il Patrimonio artistico e culturale italiano”. È dedicato a Cesare Maccari, nel centenario della sua scomparsa.

Caratteristiche del Francobollo Cesare Maccari

La vignetta riproduce un particolare dell’affresco “Cicerone inveisce contro Catilina” che fa parte di un ciclo pittorico realizzato da Cesare Maccari, tra il 1881 e il 1888, nella Sala Gialla di Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica Italiana. Completano il francobollo la leggenda “CESARE MACCARI”, le date “1840 – 1919”, la scritta “ITALIA”e l’indicazione tariffaria “B”.

Il francobollo è stato emesso in 500mila esemplari, divisi in fogli da 50 esemplari per ognuno. È possibile trovarne qualcuno in vendita sui siti di E-commerce, per cifre che si aggirano ai 3 euro per pezzo.

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
0
Shares