Hai questa vecchia banconota? Meglio controllare, può valere fino a 1.500 euro!

Valore banconota da 500.000 lire Raffaello Sanzio

Vi ricordate la vecchia banconota da 500.000 lire Raffaello Sanzio? Qualcuno potrebbe averla conservata tra i vecchi cimeli di famiglia, come ricordo o come eredità dei propri cari. Ma sapete quanto vale oggi nel mondo del collezionismo? Andiamo a scoprirlo insieme!

La bellissima banconota della Repubblica Italiana è stata stampata nel 1997 ed è rimasta in circolazione fino al 2002, quando è entrato in vigore l’euro. Nella facciata principale della banconota è riportato il volto di Raffaello Sanzio. Quest’ultimo è stato un noto pittore ed architetto italiano, tra i più celebri del Rinascimento. Accanto allo stesso, troviamo un parte dell’affresco “Il Trionfo di Galatea”, attualmente conservato presso Villa Farnesina, a Roma.

Nella facciata posteriore, invece, troviamo una parte dell’affresco “La Scuola di Atene”, attualmente conservato presso la Città del Vaticano. La banconota ha dimensioni di 163 mm x 78 mm e la carta utilizzata per la stampa contiene fibrille fluorescenti. Presenta anche una filigrana che, se osservata in controluce, mostra lo stesso ritratto di Raffaello Sanzio.

Valore banconota da 500.000 lire Raffaello Sanzio

Il valore della banconota da 500.000 lire Raffaello Sanzio

La banconota da 500.000 lire Raffaello Sanzio oggi ha un valore considerevole nel mondo del collezionismo. Ma come ogni esemplare nella numismatica, ha un prezzo che varia a seconda dello stato di conservazione e del numero di serie.

Una banconota definita in Fior di Stampa ha un valore maggiore rispetto ad una rovinata e strappata. Sappiamo poi che i collezionisti sono interessati alle prime serie di una banconota, alle serie particolari con numeri consecutivi, uguali o progressivi e ai numeri di serie sostitutivi. Quest’ultimi sono quelli riportati sulle banconote stampate per sostituire pezzi errati di una serie. Andiamo a vedere i valori più nello specifico. Prima serie: iniziano con “AA” e terminano con “A”, in Fior di Stampa possono valere circa 600 euro. Numeri di serie tutti uguali, ad esempio “111111”: valore in Fior di Stampa 1.000 euro. Numeri sequenziali, ossia “123456”: fino a 500 euro. Numero “000001”: fino a 1.500 euro. Banconote sostitutive con numero di serie che inizia per “X”: 600 euro.

Tutte le altre banconote possono valere fino a 375 euro. Questi valori sono riferiti per le banconote in ottimo stato di conservazione. Più l’esemplare è rovinato, più il suo prezzo scenderà.

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
0
Shares