Hai una di queste banconote da 500 Lire? Meglio dare un’occhiata, potresti avere un piccolo tesoro!

Valore della Banconota da 500 Lire Aretusa

Chi di voi non ha conservato negli anni le banconote delle vecchie lire? Avete mai riflettuto sul fatto che oggi quei cimeli di famiglia potrebbero avere un valore economico oltre a quello affettivo? Oggi vogliamo parlarvi della banconota da 500 Lire “Aretusa”.

La banconota da 500 Lire “Aretusa” fu stampata a partire dal 1966 in sostituzione alle monete da 500 lire caravelle. Tale decisione fu presa per il fatto che i costi di coniazione delle monete erano diventati troppo elevati, per via della quotazione dell’Argento.

La banconota fu stampata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e non dalla Banca d’Italia. Per questo motivo, era considerata un Biglietto di Stato.

Questo esemplare presenta le misure 110 x 55 millimetri. Sulla facciata anteriore, compare a sinistra la testa della Ninfa Aretusa, di profilo e che guarda verso sinistra. A destra, troviamo invece il disegno di un’Aquila. Intorno, compaiono i disegni di Delfini e di Serpenti. Al centro, in grande, è riportato il valore della banconota, ossia 500 Lire. In alto, c’è la scritta REPVBBLICA ITALIANA, mentre in basso la scritta BIGLIETTO DI STATO A CORSO LEGALE.

Valore della Banconota da 500 Lire Aretusa

Nella facciata posteriore, troviamo invece il valore della banconota, situato al centro e contornato da disegni geometrici. Il valore 500 è poi riportato anche in alto, ai due lati del Biglietto di Stato.

Valore della banconota da 500 Lire “Aretusa”

Il valore della banconota da 500 Lire “Aretusa” dipende da diversi fattori. Innanzitutto dallo stato di conservazione. Una banconota in Fior di Stampa o comunque in ottime condizioni, avrà un valore decisamente maggiore rispetto ad una rovinata o strappata. C’è poi da considerare anche l’anno di stampa e il numero di serie.

Tra le più pagate, ci sono le banconote del 1975. Per un esemplare di quest’annata in buono stato di conservazione, un collezionista potrebbe arrivare a pagare fino a 300 euro. Invece, per un esemplare della serie B6 sostitutiva (tra le più ricercate), si potrebbe arrivare a guadagnare fino a 600 euro.

Quindi, se siete in possesso di una banconota da 500 Lire “Aretusa”, vi consigliamo di farla valutare da un esperto in campo numismatico o dai siti affidabili di vendita di monete e banconote.

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
0
Shares