Hai uno di questi gettoni telefonici? Meglio dare un’occhiata, potresti avere un piccolo tesoro!

Il valore dei gettoni telefonici

Da almeno un decennio viviamo nell’era degli smartphone, quindi è molto probabile che i più giovani non ne abbiano mai usato uno. Stiamo parlando dei gettoni telefonici. Le famose monete con scanalature che, fino a qualche tempo fa, servivano per fare delle chiamate dai telefoni pubblici. Se ne avete conservato qualcuno, o se qualcuno ve lo ha lasciato in ricordo, vi consigliamo di tirarlo fuori dal cassetto e fare una ricerca. Potreste avere un piccolo tesoro tra le mani.

Il gettone telefonico più diffuso e che ha circolato di più, risale al 1959. Caratterizzato da tre scanalature, è anche quello più ricordato poiché è stato utilizzato fino al 31 dicembre del 2001.

Molto curioso il fatto che il loro iniziale valore del 1959 (30 lire), crebbe nel tempo fino ad arrivare addirittura 200 lire. Nel 1964 passò da 30 a 45 lire, nel 1972 a 50 lire, poi nel 1980 a 100 lire e, infine, arrivò a valere addirittura 200 lire, nel 1984. In quegli anni, questa crescita di valore, comportò un enorme guadagno per chi ne aveva da parte qualcuno, visto che da un giorno all’altro lo stesso gettone raddoppiò il suo valore.

Quali sono i gettoni telefonici più rari?

Per cercare di capire che valore abbiano quegli esemplari che magari abbiamo ancora tra le mani, bisogna innanzitutto identificarli. Per farlo, basta guardare il codice riportato sotto la scritta “GETTONE TELEFONICO”. In quella zona, infatti, il gettone presenta un numero a quattro cifre, che rappresentano l’anno e il mese in cui è stato coniato.

Il valore dei gettoni telefonici

Quello che presenta il codice 7803, è stato coniato nel marzo del 1978 e, se conservato in buone condizioni, può valere circa 20 euro.

Quello con il codice 7607, coniato nel luglio del 1976, può essere pagato anche 30 euro.

Il gettone telefonico con il codice 6505, coniato quindi nel maggio del 1965, può valere anche 45 euro.

Il discorso si fa interessante per i gettoni con il codice 7504 o 7304, coniati rispettivamente nell’aprile del 1975 e nell’aprile del 1973. Per il primo, i collezionisti sono disposti a pagare circa 50 euro. Mentre, per il secondo, arrivano anche a 60 euro.

Quello per cui vale maggiormente la pena controllare bene i nostri ripostigli, è il gettone telefonico coniato nell’ottobre del 1971 (codice 7110), che può arrivare a valere anche 70-80 euro.

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
73
Shares