Pagamenti elettronici: 88 miliardi l’anno

carta

Il Governo Conte fa la guerra al contante, al nero, all’evasione, al sommerso. Come? Spingendo per i pagamenti con le carte, i pagamenti elettronici. Vediamo intanto il bilancio 2019: 88 miliardi di spese con le carte. la frequenza media di pagamenti elettronici si attesta intorno ad un uso di 2.9 volte al mese rispetto alle 2.6 del 2019 e alle 2.2 del 2018. Lo dice l’ottava edizione dell’Osservatorio Carte di Credito e Digital Payments curato da Assofin, Nomisma e Ipsos. Lo riporta il Sole.

Ma con un aumento dell’ecommerce in pandemia (8 italiani su 10 ne hanno fatto ricorso), i numeri salgono. L’anno scorso, il numero dei pagamenti effettuati con strumenti diversi dal contante a livello nazionale è cresciuto del 7%. C’è la crescita del 3,6% nel numero di carte di pagamento in circolazione, per un valore del transato che cresce dell’11,3%.

Le carte che prevedono una funzione rateale raggiungono il 40% circa del totale carte di credito in circolazione. Il numero di carte di credito attive in circolazione in Italia è pari a 15.4 milioni di unità contro i 57.2 milioni di carte di debito. La gran parte delle carte appartiene alla categoria delle carte familiari o personali, solo il 7,6% sono carte aziendali.

Causa Covid, l’analisi della rischiosità del comparto delle carte di credito a saldo mostra, a maggio 2020, un tasso di sofferenza pari all’1.6%, in lieve aumento rispetto all’1,4% registrato nel 2019. Specie nelle aree del Centro-Sud.

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI