Posso impugnare una multa se il vigile non ha multato anche gli altri?

multa

Può capitare di trovare sull’auto un verbale per divieto di sosta. A quel punto ti viene spontaneo guardare se la stessa si trovi pure sugli altri veicoli, nella stessa posizione. Talvolta li guardi esclusivamente perché, essendo disposte subito prima, intendi capire se sei stato sanzionato. Ed a quel punto ti chiedi se la multa, qualora il vigile la faccia unicamente a te e non agli altri, sia o meno nulla. 

Multa: le pubbliche amministrazioni hanno una propria autonomia

L’articolo 97 della Costituzione sancisce il realtà il principio di imparzialità e buon andamento della Pubblica Amministrazione. Ma le PA sono dotate di propria autonomia. Ne consegue che se l’addetto alla circolazione dichiara di essere stato impossibilitato a comminare la contravvenzione nei confronti di ciascuna auto dal momento che era impegnato in altre attività, nessuno avrà nulla da obiettare.

L’unica speranza è il Comune che, a fronte della segnalazione presentata, avrebbe la facoltà di intraprendere una procedura disciplinare nei confronti dell’agente. Ciò nel caso in cui egli non abbia, ad esempio, punito l’amico o qualcuno per una ragione personale. Relativamente, invece, al reato di omissione di atti d’ufficio, stando a quanto disposto dalla normativa, esso ricorre esclusivamente per gli atti urgenti della pubblica amministrazione. In cui non rientrano le multe. 

Dubbi sulla impugnabilità

A livello di impugnabilità il dubbio permane. Tuttavia, in coerenza con la logica appena illustrata, appare chiaro che la risposta sia negativa, poiché è impossibile contestare l’operato dei vigili. Ad ogni modo è anche vero che, sul piano dell’opportunità, le multe per divieto di sosta siano contro quelle sia più difficile opporsi.

Difatti, sono scarse le motivazioni che si possono addurre per il loro reclamo. Anziché avanzare ricorso converrebbe pagare. Con la decurtazione del 30 per cento della somma nei primi 5 giorni, l’importo sarà inferiore rispetto alle eventuali spese giudiziali. 

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Circa l'autore

Giornalista pubblicista, laureato in Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bergamo nel 2013, con la tesi “L’evoluzione del marketing nel calcio inglese e tedesco: due sistemi a confronto” (relatore Alberto Marino, interventi di Marcel Vulpis, Christian Giordano, Gianfranco Teotino e Gianni Di Marzio). La tesi è poi confluita nella biblioteca Gea World
Dal 2018 al 2019 curatore web per l’Avv. Stefania Calì, specializzata nel diritto di famiglia.