Prezzi carburante crollo: il costo di benzina e diesel

Prezzi carburante

Lo scoppio dell’emergenza sanitaria ha cambiato in maniera sensibile (e forse definitiva?) i consumi degli italiani, che ora si ritrovano a spendere meno o diversamente. Se da un lato, infatti, c’è una tendenza nel risparmiare su parecchie voci, dall’altra chi naviga in buone acque, messi da parte alcuni risparmi negli scorsi mesi, dato il lockdown, acquista beni lussuosi o comunque costosi. Tra i meno cari figurano attualmente i prezzi carburante.

Prezzi carburante: raschiano il “fondo del barile”

Il Covid-19 ha letteralmente rallentato e bloccato gli spostamenti. Le strade sono meno battute in confronto al passato, per non dire il traffico aereo, ugualmente dimezzato. A reggere il passo sono unicamente i trasporti dei mezzi pesanti.

Di conseguenza, il prezzo di diesel e benzina è calato. Il popolo italiano forse ci ha fatto poco caso, perché alla fine il carico tributario incide parecchio sull’importo finale. Ma il valore della materia prima è calato, anzi sarebbe più opportuno dire crollato. Qualche giorno fa il prezzo del barile ha segnato un meno 25 per cento, arrivando a 33 dollari, mentre nel 2019 si sfiorava i 70 dollari. 

Le tariffe

Come riporta Quotidiano Energia sembra che Eni abbia ridotto di 1 centesimo il prezzo del carburante. Stando infatti agli ultimi dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi del Mise la tariffa media modalità self è di 1,406 euro al litro; con picchi di 1,419 al litro e minimo 1,403.

Per il no logo si aggira su 1,394. Relativamente al gasolio modalità self, è di 1,284 con picchi di 1,302 al litro, per il no logo è di 1,270 al litro. In merito al servito, le quotazioni della benzina sono di 1,558 al litro, media tra 1,513 e 1,615, no logo 1,451. Il diesel costa 1,439 al litro, no logo 1,328. Infine, il Gpl passa da 0,575 a 0,597. 

Hai le notifiche bloccate!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Circa l'autore

Giornalista pubblicista, laureato in Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bergamo nel 2013, con la tesi “L’evoluzione del marketing nel calcio inglese e tedesco: due sistemi a confronto” (relatore Alberto Marino, interventi di Marcel Vulpis, Christian Giordano, Gianfranco Teotino e Gianni Di Marzio). La tesi è poi confluita nella biblioteca Gea World
Dal 2018 al 2019 curatore web per l’Avv. Stefania Calì, specializzata nel diritto di famiglia.