Può valere migliaia di euro! Meglio controllare se hai questa moneta!

Valore moneta da 10 Lire Aratrice

È arrivato il momento di aprire i vecchi salvadanai e vedere se siete in possesso di una moneta da 10 Lire Aratrice.

Il bellissimo esemplare è stato coniato tra il 1910 e il 1912 e destinato alla popolazione e poi nel 1926 e 1927 per i soli collezionisti.

La moneta da 10 Lire Aratrice è realizzata in Oro 900/1000, ha un diametro di 19,5 millimetri, un peso di 3,22 grammi e presenta un contorno rigato.

Nella facciata del dritto troviamo il profilo del Re Vittorio Emanuele III con indosso un’uniforme e che guarda verso sinistra. Quest’ultimo è contornato dalla scritta in stampatello maiuscolo “VITTORIO EMANUELE III”. Infine, verso il basso troviamo il simbolo dei Savoia.

Nella facciata del rovescio, invece, è rappresentata Aratrice, ossia il simbolo dell’Italia Agricola col fascio di spighe e l’aratro retto dalla mano destra. In altro troviamo la scritta ad arco e in stampatello maiuscolo “REGNO D’ITALIA”, mentre verso il basso troviamo il simbolo della Zecca (una piccola R), l’anno di conio, una stella e le firme dell’autore della moneta Egidio Boninsegna e dell’incisore Luigi Giorgi. Infine al centro e ai due lati di Aratrice troviamo il valore nominale, ossia LIRE 10.

Valore moneta da 10 Lire Aratrice

Quanto vale la moneta da 10 Lire Aratrice?

La moneta da 10 Lire Aratrice è stata coniata con una differente tiratura per ogni anno e il suo valore oggi varia a seconda dell’anno di conio e dello stato di conservazione.

La più rara è quella del 1910, coniata con una tiratura di soli 5202 esemplari e oggi classificata come R5. Molto rara anche quella del 1912, classificata come R2 e coniata in 6796 esemplari. Ci sono poi le versioni per i collezionisti del 1926 e 1927. Andiamo a vedere i valori durante le aste.

Una moneta da 10 Lire Aratrice del 1912 in stato Splendido, durante un’asta del 22 Aprile del 2009, è stata battuta per 12.190 euro.

Una moneta coniata i per i numismatici nel 1927, durante un’asta del 28 Aprile del 1999, è stata venduta per 37 milioni di lire (19.600 euro).

Una moneta del 1926 coniata per i collezionisti, durante un’asta del 20 Ottobre 2015, è stata acquistata per ben 23.600 euro!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
0
Shares