Quanto costa addobbare casa per Natale? Come risparmiare

addobbi natalizi

I colori, gli addobbi, le luci rendono l’atmosfera del Natale da sempre cara sia agli adulti che ai bambini. Un fascino intramontabile, al quale mai e poi mai vorremmo sottrarci, specialmente in un periodo come questo. La casa “tirata a lucido” è divenuta una vera e propria tradizione irrinunciabile praticamente in ogni famiglia italiana. Il primo passo fondamentale consiste nel mitico albero di Natale e, senza manco capacitarsene, si finisce per illuminare il perimetro intero della rispettiva abitazione. Ma quanto in media tutto ciò incide sul bilancio? Quanto si sborsa per le luci di Natale ed il Presepe e quali accorgimenti è possibile adottare per contenere le spese in bolletta?

Solo per illuminare l’albero di Natale ogni famiglia italiana consuma quotidianamente 0,45 Watt in media. In buona sostanza, si tratta di circa 50 centesimi al giorno d’illuminazione. Il consumo di energia per il tipico Presepe comporta una spesa leggermente inferiore, che ruota attorno ai 30 centesimi, per più ore di accensione. Decidendo di stabilire una media, l’importo che ciascun nucleo familiare si trova a dover sostenere è di circa una decina di euro in più al mese. Eppure, i costi fin qui considerati non sono gli unici del periodo natalizio. 

Quanto costa addobbare casa

lente di ingrandimento banconote

Difatti, in questa iconica ricorrenza, è tendenza comune utilizzare maggiormente gli elettrodomestici. Di conseguenza, la stessa corrente elettrica usata è maggiore, essendo naturalmente questa fase dell’anno più buia. 

Inoltre, è una abituale prassi vivere appieno l’ambiente domestico e favorire le occasioni di socialità. Insomma, in tale periodo i consumi arrivano persino a raddoppiare rispetto al solito. Il Natale 2020 si differenzierà certamente, alla luce dei provvedimenti assunti dal Governo per contenere il contagio da Coronavirus. Delle Regioni hanno viste allentate le restrizioni, ad esempio la Lombardia (passata da zona rossa a zona arancione), e resta da stabilire se e quali ripercussioni ci saranno alla voce.

Nelle settimane conclusive dell’anno, con le feste che impazzano, è decisamente normale lasciarsi andare al calore natalizio e ciò significa pure prestare meno accortezza agli sprechi. Qui non vi staremo a suggerire di accettare chissà quali sacrifici, semplicemente di adottare un po’ di piccoli, pratici consigli. Ad esempio, puntate sulle luci LED, le quali fanno risparmiare fino a due terzi del costo naturale. Sì, il prezzo di listino è più alto rispetto alle controparti, ma il successivo risparmio in bolletta giustificherà ampiamente l’investimento. 

Per gli ambienti esterni, ci sono illuminazioni in grado di sfruttare l’energia solare, che consentono di avvertire pienamente il candore natalizio caratteristico dei Paesi anglosassoni. Una mossa astuta è poi tentare di collocare l’albero natalizio nelle adiacenze di finestre e specchi. Così facendo, si sfrutta il riflesso delle luci e si ottiene un risultato apprezzabile senza gravare sul portafogli. Discorso analogo per gli addobbi, che ci inducono a consigliarvi quelli riflettenti e lucidi per arricchire l’albero. 

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
0
Shares