Questo è il primo francobollo della storia! Ecco qual è oggi il suo valore

Valore francobollo Penny Black

Per gli appassionati del collezionismo, specie per i fanatici di francobolli, c’è un mondo esistito prima del 1840 e uno dopo. Il 1840 è infatti l’anno zero per tutto ciò che concerne la filatelia. Quello è l’anno in cui è stato creato e distribuito il primo francobollo del mondo, il Penny Black.

Fino a prima del 1840, in Gran Bretagna, il pagamento delle tasse di trasporto postale erano a carico del destinatario. Chi riceveva una lettera doveva pagare la somma prevista nel momento della consegna. Se il destinatario era impossibilitato a pagare tale somma, fondamentalmente, a rimetterci era la Posta.

Per ovviare a questo problema, si cercarono diverse soluzioni tra cui anche il pagamento anticipato da parte del mittente. Tutte soluzioni accantonate poco dopo.

Nel 1837, Sir Rowland Hill presentò una proposta di riforma del sistema postale britannico. Essa comportava l’applicazione di un francobollo adesivo per attestare il pagamento anticipato della posta inviata.

La stampa di questi francobolli si concretizzò soltanto 3 anni più tardi, nel 1840. La data di emissione del Penny Black fu fissata per il primo maggio di quell’anno. Il francobollo sarebbe poi stato ufficialmente utilizzabile dal successivo 6 maggio.

Valore francobollo Penny Black

Un funzionario del Tesoro della Gran Bretagna propose di utilizzare un’effigie della regina Vittoria. Il colore del francobollo era appunto il nero e, il suo valore, era di un Penny.

Ma quanto vale oggi il Penny Black del 1840?

Non è certamente il più raro francobollo mai esistito, ma essendo stato il primo di tutti, attira su di se un interesse filatelico non indifferente.

L’istituto Bolaffi, leader nel settore della filatelia, sul proprio sito lo descrive come la Mona Lisa dei francobolli e ne vende un’edizione originale e corredata da certificato fotografico Bolaffi di qualità, alla modica cifra di 545 euro. Il pezzo presenta l’annullo ed è in buono stato di conservazione.

Altri esperti affermerebbero che per un esemplare di Penny Black mai utilizzato, un collezionista potrebbe arrivare a sborsare circa 3.000 euro.

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
1
Shares