Secondo francobollo dedicato a Giovanni Verga! I collezionisti farebbero follie per averli entrambi!

Prezzo e caratteristiche Francobollo Giovanni Verga

A lui, nel corso degli ultimi decenni, sono stati dedicati monumenti, strade e scuole. E da oggi, giovedì 27 gennaio, ha anche un francobollo che porta il suo nome e sul quale è stampato il suo volto. Stiamo parlando di Giovanni Verga. Anzi, a dirla tutta i francobolli a lui dedicati sono due.

Giovanni Carmelo Verga di Fontanabianca, nato a Catania il 2 settembre del 1840 e morto, sempre a Catania, il 27 gennaio del 1922, è stato uno scrittore, drammaturgo e senatore italiano, considerato il maggior esponente della corrente letteraria del Verismo.

Nato da una famiglia nobile, visse in un ambiente di tradizioni liberali. Inizialmente si dedicò alla scrittura di romanzi avventurosi, su influsso delle opere di Alexandre Dumas e, in seguito, ad altri di argomento passionale tra cui “Storia di una capinera” che riscosse un discreto successo.

Si trasferì a Firenze nel 1869 e quindi a Milano dove frequentò circoli letterari molto importanti, frequentati da personaggi di spicco dell’epoca. Con la novella “Nedda” si attuò la sua conversione al Verismo che lo condusse a scrivere, nel 1881, la sua opera più completa: “I Malavoglia”. Quest’ultima, con “Mastro-don Gesualdo” del 1889 costituiscono due fra i più notevoli romanzi della letteratura italiana.

Il primo francobollo dedicato a Giovanni Verga fu emesso nel 1972, in occasione del cinquantesimo anniversario della sua morte, avvenuta per l’appunto nel 1922. Questo, che all’epoca aveva un valore nominale di 25 o 50 lire, oggi viene venduto su internet a cifre che si aggirano intorno ai 2,00 euro a pezzo.

Nuovo francobollo Giovanni Verga 2022

Prezzo e caratteristiche Francobollo Giovanni Verga

Il 27 gennaio del 2022, in occasione del 100esimo anniversario della morte di Giovanni Verga, in Ministero dello Sviluppo Economico ha emesso un altro francobollo in onore del grande scrittore e poeta. Si tratta di un francobollo commemorativo.

La vignetta, delimitata in basso dalla stilizzazione di un libro aperto, riproduce un ritratto pittorico di Giovanni Verga, opera di Amedeo Bianchi realizzata intorno al 1913. Completano il francobollo la legenda “GIOVANNI VERGA”, le date “1840 1922”, la scritta “ITALIA” e l’indicazione tariffaria “B”.

L’Istituto Poligrafico e Zecca di Stato italiano ha stampato trecentomila esemplari di questo francobollo, che attualmente vengono venduti nei maggio uffici postali italiani e sul sito di Poste Italiane, per una cifra di 1,10 euro a pezzo.

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
0
Shares