Superbonus 110: ecco quale data fa fede

superbonus

Da e fino a quando sarà possibile fruire del superbonus 110 per cento? Onde evitare eventuali mal interpretazioni della normativa in vigore, l’Agenzia delle Entrate ha effettuato una precisazione indispensabile. La cattiva informazione degli organi di stampa invece di rendere più facilmente comprensibile la questione, instilla ulteriori dubbi.

Spesso l’incentivo stanziato dal Governo è trattato come una detrazione fiscale per i lavori eseguiti tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021. In realtà per aver diritto al superbonus 110 per cento occorre tenere unicamente conto della data riportata sul bonifico, e non di quando i lavori iniziano o finiscono. 

Superbonus 110: chiarimento sulle date

Il testo legislativo, infatti, richiede di aver sostenuto le spese entro il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021, non di effettuare gli interventi in tale arco temporale. Se ne deduce quindi che chi ha avviato la sostituzione dell’impianto del riscaldamento o la realizzazione del cappotto termico sarà ammesso all’agevolazione qualora il lavoro sarà fatto entro l’intervallo indicato dal decreto.

L’eventuale saldo corrisposto oltre la data del 31 dicembre 2021 non rientrerà nel superbonus. Ciò purché, nel frattempo, non si approvi la proroga o gli interventi siano eseguiti sugli immobili Iacp (istituti autonomi per le case popolari) o simili: per quest’ultima categoria la scadenza è del 30 giugno 2022.  

I criteri da applicare

Per dimostrare quando è stato effettuato il pagamento da persone fisiche (inclusi i soggetti esercenti professioni e arti) – ha sottolineato l’Agenzia delle Entrate – bisogna far riferimento al criterio di cassa, indipendentemente dall’avvio dei lavori.

Per le società, gli enti non commerciali e le imprese individuali conta, invece, il criterio di competenza. Riguardo infine al condominio, fa fede la data del bonifico da egli stesso effettuato per le spese inerenti alle parti comuni, e non quella in cui gli inquilini hanno corrisposto le singole quote all’amministratore. 

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Circa l'autore

Giornalista pubblicista, laureato in Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bergamo nel 2013, con la tesi “L’evoluzione del marketing nel calcio inglese e tedesco: due sistemi a confronto” (relatore Alberto Marino, interventi di Marcel Vulpis, Christian Giordano, Gianfranco Teotino e Gianni Di Marzio). La tesi è poi confluita nella biblioteca Gea World
Dal 2018 al 2019 curatore web per l’Avv. Stefania Calì, specializzata nel diritto di famiglia.