Tutti hanno questa moneta da 1000 Lire, ma pochi sanno dell’errore di conio! Fate attenzione!

Errore di conio moneta da 1000 Lire del 1997

Tutti conoscono questa moneta da 1000 Lire del 1997, ma in pochi sanno che esiste un errore di conio. Attenzione però, anche se in molti cercano di confondere le idee dei possibili acquirenti, l’esemplare non vale quanto sostenuto dalla maggior parte. Andiamo a scoprire insieme com’è fatta e qual è il suo valore numismatico.

Viene chiamata anche con il nome di Mille Lire con errore o Mille Lire sbagliata. La bellissima moneta è bimetallica, presenta un interno argentato e un esterno dorato ed ha una forma con contorno godronato. Ha un diametro di 27 millimetri ed un peso di 8,8 grammi.

Nella facciata del dritto, la moneta da 1000 Lire del 1997 presenta una testa muliebre turrita rivolta verso sinistra. Sotto il collo della stessa c’è la firma dell’autrice della moneta. Nel bordo esterno dorato troviamo la scritta in stampatello maiuscolo “REPVBBLICA ITALIANA” in alternanza con sei stelle.

Nella facciata del rovescio, invece, troviamo il disegno di una cartina geografica dell’Europa nella parte argentata e il valore nominale L. 1000 nella parte dorata. L’errore di conio è stato fatto proprio su questa facciata della moneta e riguarda i confini della cartina. Con più precisione, i confini tra Olanda e Danimarca sono sbagliati e manca l’ex Germania Democratica.

Errore di conio moneta da 1000 Lire del 1997

La moneta era già stata messa in circolazione, quando si resero conto dell’errore di conio. Circolavano ormai 10.000.000 di esemplari. Dopo il 1997 e fino al 2001, la Zecca continuò a coniare la moneta da 1000 Lire senza l’errore di conio. Moneta che rimase in circolazione fino al passaggio con l’euro.

Quanto vale una moneta da 1000 Lire del 1997?

SI tratta di un errore di conio, questo è vero. Ma la moneta è molto molto comune e potrebbe trovarsi nella mani di ognuno di voi. Proprio per via di questa elevatissima tiratura, non ha un gran valore in campo numismatico.

Un esemplare in ottimo stato di conservazione, può valere al massimo 3 euro. L’unica moneta che vale un po’ di più, è quella in versione Fondo Specchio coniata dal 1998. Questa può arrivare a valere fino a 25 euro.

Quindi, non fatevi ingannare da coloro che vendono l’errore di conio per prezzi esorbitanti!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
0
Shares