Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti: il francobollo del centenario è un vero spettacolo di Filatelia!

Francobollo Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti

Dopo aver visto il primo francobollo italiano emesso nel 2022, dedicato a Procida capitale della cultura italiana, torniamo a conoscere meglio i meravigliosi francobolli emessi nel 2020. Quello che vi mostriamo oggi è dedicato all’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti, in occasione del centenario della sua istituzione.

L’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti è una ONLUS, meglio conosciuta con la sigla UICI. Essa è un ente morale con personalità giuridica di diritto privato, cui la legge e lo statuto affidano la rappresentanza e la tutela degli interessi morali e materiali dei non vedenti e degli ipovedenti nei confronti della pubblica amministrazione.

Gli associati sono tutti non vedenti e ipovedenti, o comunque che hanno un visus non superiore ai 3/10. Tuttavia, per gestire meglio tutte le operazioni, godono del supporto di persone vedenti che lavorano come dipendenti o volontari.

L’associazione nacque a Genova il 26 ottobre del 1920, con il nome di “Unione italiana dei ciechi”, da alcuni militari che persero la vista durante il primo conflitto mondiale. Tra loro c’era anche Aurelio Nicolodi, che ne divenne tra l’altro il primo presidente.

Nel 2020 l’associazione ha compiuto il suo primo centenario e, per l’occasione, il Ministero dello Sviluppo Economico ha deciso di emettere un francobollo in suo onore. Andiamo a vedere insieme come è fatto e quanto vale.

Caratteristiche, valore e tiratura del francobollo

Francobollo Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti

La data di emissione di questo esemplare è stata il 26 ottobre del 2020. Si tratta di un francobollo ordinario, appartenente alla serie tematica “il Senso civico” e dedicato all’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, nel centenario della sua fondazione.

La vignetta, entro una serie di elementi decorativi, raffigura, in grafica stilizzata, un occhio. A destra, poi, è riprodotto il logo dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti. Completano il francobollo le leggende “UNIONE ITALIANA DEI CIECHI E DEGLI IPOVEDENTI” e “CENTENARIO”, la scritta “ITALIA” e l’indicazione tariffaria “B”.

L’Istituto Poligrafico e Zecca di Stato italiano ha emesso in tutto 400mila esemplari di questo francobollo, divisi in figli da 50 pezzi per ognuno. Oggi è possibile acquistarli sul web per circa 2,00 euro a pezzo.

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
0
Shares