Valutazione quadro: come verificare se hai un’opera da milioni di euro!

valutazione quadro

La valutazione di un quadro è compito arduo, affrontabile unicamente da un esperto. Eppure, ci sono dei fattori che si possono immediatamente prendere in considerazione. Gli elementi essenziali sono i seguenti:

  • autore;
  • epoca;
  • autenticità;
  • stato di conservazione. 

Valutazione quadro: autore ed epoca

Lo sanno praticamente i bambini che nella valutazione di un quadro occorre determinarne l’autore. Molto spesso il nome si trova presso la parte inferiore del dipinto. Tuttavia, è possibile che la firma manchi o non si completamente leggibile. In circostanze del genere, l’esperto dovrà dimostrare tutta la sua competenza e la sua abilità. Difatti, nel momento in cui non ci sia la firma, occorrerà riportare il quadro all’epoca in cui è stato realizzato, individuando ciascun dettaglio utile a stabilirne la paternità artistica. In sostanza, si analizzano i maggiori particolari, quali ad esempio:

  • il tratto;
  • lo stile;
  • l’oggetto (o il soggetto) raffigurato. 

Strettamente collegato all’autore è l’epoca di riferimento. Chiaramente se si è già trovato risposta alla prima domanda, risulterà decisamente più semplice rispondere alla seconda. Tanti bei quadri, però, rimangono anonimi, poiché, sebbene di pregevole fattura, non sono riconducibili a nessun grande maestro, probabilmente perché l’autore non è mai divenuto celebre. Lo studio della rappresentazione permette comunque di ricondurlo all’epoca di appartenenza, magari anche grazie alla tecnica pittorica.

Stato di conservazione e autenticità

Sullo stato di conservazione preferiamo non dilungarci troppo. È piuttosto facile da comprendere come un’opera varrà di più se si trova in buone condizioni e non presenta le tipiche imperfezioni dell’incuria o dell’avanzare del tempo. Infine, l’autenticità è elemento di valutazione fondamentale di un quadro. Lo svelamento è complicato per varie ragioni:

  • in primo luogo, esistono dei bravissimi falsari, capaci di riprodurre le originali opere d’arte alla stregua del loro stesso autore;
  • inoltre, gli artisti tendono talvolta a modificare il tratto nel corso della loro carriera. Detto altrimenti, ciò che a prima vista appare un Van Gogh non necessariamente deve essere tale, potendo pure appartenere ad un simile autore.
Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Circa l'autore

Giornalista pubblicista, laureato in Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bergamo nel 2013, con la tesi “L’evoluzione del marketing nel calcio inglese e tedesco: due sistemi a confronto” (relatore Alberto Marino, interventi di Marcel Vulpis, Christian Giordano, Gianfranco Teotino e Gianni Di Marzio). La tesi è poi confluita nella biblioteca Gea World
Dal 2018 al 2019 curatore web per l’Avv. Stefania Calì, specializzata nel diritto di famiglia.