Nuova Rottamazione delle cartelle nella legge di Bilancio 2021, di cosa si tratta?

Pace Fiscale

Nella prossima legge di Bilancio si va verso una nuova Rottamazione delle cartelle. Da anni ormai, ogni decreto  Fiscale, il classico collegato alla legge di Bilancio, c’è un provvedimento che riguarda una sanatoria fiscale. Di rottamazioni delle cartelle infatti ne abbiamo avute già tre.

Adesso si pensa a reinserire un provvedimento che riguarda le cartelle esattoriali anche nella nuova legge di Bilancio. E sarebbe un provvedimento collegato alla Rottamazione Ter, quella della legge di Bilancio del 2020, con la Pace Fiscale.

In effetti si parla di riaprire i termini per la Pace Fiscale nella prossima legge di Stabilità che entro dicembre dovrebbe essere approvata.

Riapre la Pace Fiscale, per chi?

Come dicevamo, in vista del decreto Fiscale e della prossima manovra finanziaria si va verso la riapertura della Pace Fiscale. Il provvedimento principe in maniera fiscale dello scorso anno tornerà presumibilmente  a fare parte della manovra di Bilancio 2021.

Il governo, probabilmente spinto dalla volontà di sostenere le persone in questa grave fase di crisi economica per il Covid, con la riapertura dei provvedimenti di sanatoria della Pace Fiscale, si prefigge l’obbiettivo di venire incontro a chi è più in difficoltà.

Parliamo di quei contribuenti che non hanno pagato le rate a causa di problemi economici e problemi di liquidità che mai come in questo momento sono largamente diffusi per via dell’emergenza economica derivante dal Covid.

Cosa potrebbe accadere nella manovra finanziaria

Siamo ancora nel capo delle ipotesi, dal momento che la legge di Bilancio non è ancora approdata in Parlamento. Ma come riporta il quotidiano “Italia Oggi”, l’ipotesi di riaprire la Pace Fiscale non è del tutto campata in aria.

Se davvero si arriverà ad una riapertura della Rottamazione delle cartelle, questa arriverà solo con l’ok definitivo alla Legge di Bilancio 2021, che con ogni probabilità domani inizierà ad essere discussa in Parlamento.  

Sulla Pace Fiscale tra circa un mese arriverà una importante scadenza. Il 10 dicembre chi ha sfruttato la sospensione dei pagamenti sarà chiamato alla cassa, e dovrà pagare la totalità delle rate sospese per via dell’emergenza Covid. Un motivo in più che spinge il governo all’intervento, perché sarà imponente il sacrifico chiesto a chi è in questa situazione, per un pagamento unico per il 10 dicembre.

E molti potrebbero non farcela a pagare, cosa abbastanza prevedibile già oggi. Per questo si parla di riapertura dei termini nella legge di Bilancio. Infatti non sembra possibile prevedere una nuova sanatoria, ma soltanto una nuova possibilità di rateizzare a chi non è riuscito a dar fronte alle rate della Rottamazione ter. E per evitare che questi contribuenti decadano dal beneficio, potrebbe venire concesso altro spazio temporale per pagare.

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI