Fattura elettronica, c’è la proroga: scopri se ne hai diritto

Fattura elettronica

L’Amministrazione finanziaria rende noto, nel comunicato stampa dell’11/12/2020, che per le deleghe in scadenza della fattura elettronica c’è la proroga di un anno. Con il provvedimento, l’Agenzia delle Entrate sposta la scadenza finale delle deleghe tra il 15 dicembre 2020 e il 31 gennaio 2021. Dunque, viene estesa di un anno la validità delle deleghe attribuite agli intermediari per l’acquisizione e la consultazione delle fatture elettroniche dei contribuenti e per gli altri servizi indicati nel provvedimento del 05/11/2018. 

L’AdE accoglie le richieste degli ordini professionali e delle associazioni di categoria, in difficoltà nei rinnovi per via della emergenza epidemiologica e dei vincoli agli spostamenti introdotti dai dpcm. 

Fattura elettronica: siglata l’estensione delle deleghe

Fatturazione elettronica

Il provvedimento siglato dal direttore Ruffini dispone l’estensione del periodo di validità delle deleghe in scadenza di un anno, anzitempo conferite dagli operatori economici agli intermediari per il ricorso ai servizi web incentrati sulla gestione dei processi di fatturazione elettronica e dei corrispettivi telematici all’interno del sito web Fatture e Corrispettivi. 

Le associazioni di categoria hanno richiesto un intervento davvero importante, in quanto coinvolge un bacino ampio di utenti. In sostanza, i maggiori disagi erano provocati dall’acquisizione del modulo di delega recante la firma del cliente in originale, a causa delle limitazioni degli spostamenti definite dalle misure emergenziali. 

La platea di operatori interessata è abbastanza estesa perché tante delle deleghe in esame hanno massima validità di 2 anni e sono state attivate verso il primo gennaio del 2019, data di introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica. 

Conseguentemente, le deleghe a cui si fa riferimento sono proprio in scadenza tra dicembre 2020 e gennaio 2021. Inoltre, il Fisco spiega che la revoca della delega resta sempre possibile. Sebbene l’intervento miri a venire incontro sull’IVA e sulla fatturazione elettronica, i contribuenti hanno il diritto di annullare, in qualunque momento, le deleghe. Per procedervi bisogna trasmettere una richiesta agli uffici dell’Agenzia delle Entrate o, in alternativa, ricorrere alla funzionalità disponibile nella propria area riservata del portale dell’Amministrazione finanziaria. 

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
0
Shares