CCSNews
busta-paga-soldi

Gennaio felice per alcuni lavoratori: doppio bonus sulla busta paga, ecco a chi spetta

Doppio bonus stipendio è una delle piacevoli sorprese della busta paga di gennaio 2023, ecco cos’è e a chi spetta.

Doppio bonus stipendio, il primo gennaio è domenica

Molti lavoratori e le loro famiglie stanno vivendo in clima di incertezza dovuto da un lato alla crisi economica e dall’altro all’aumento delle bollette di energia. Ma grazie ad alcuni aiuti di Stato, come l’assegno unico 2023, si continua ad andare avanti. Tuttavia è possibile sorridere attraverso un doppio bonus che ci sarà sulla busta paga di gennaio 2023.

Il primo motivo è molto semplice. Il giorno di Capodanno, primo gennaio come di consueto è festivo. I lavoratori, ove possibili, si astengono dall’attività lavorativa per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Ma la buona notizia è che caduto di domenica, pertanto rientra tra le festività non godute e quindi si aggiunge allo stipendio del mese.

Doppio bonus stipendio, taglio cuneo fiscale

Altro motivo per cui la busta paga di gennaio dovrebbe essere più corposa è dovuto al taglio del cuneo fiscale. Dovrebbe essere operativo già dal primo mese del 2023, così come stabilito dalla manovra di bilancio.

Il taglio del cuneo fiscale e quindi della differenza tra il costo totale sostenuto dal datore di lavoro e la paga netta percepita dai lavoratori dipendenti è ormai applicato, per cui i benefici dovrebbero sentirsi già da questo mese.

A quanto ammonta l’aumento?

Nel caso della festività non goduta la cifra che spetta è pari a “ulteriore retribuzione corrispondente all’aliquota giornaliera”. Mentre per il caso del cuneo fiscale, Sugli stipendi parametrati su 13 mensilità che non superano i 1.923 euro il taglio “è incrementato di un ulteriore punto percentuale”, per un totale quindi del 3%.

Numeri alla mano, gli aumenti nel 2023 grazie al taglio del cuneo fiscale saranno pari a circa 10 euro per stipendi di 1.000 euro lordi mensili, di 13 euro a chi riceve 1.300 euro, 15 euro per chi ha una busta paga di 1.500 euro, 17 euro in più per chi ha uno stipendio di 1.700 euro e 19 euro per coloro che prendono 1.900 euro.