Pensione anticipata 2021: cosa prevede Quota 100?

Pensione anticipata

A gennaio 2019 il governo giallo-verde, con premier Giuseppe Conte e vice Luigi Di Maio e Matteo Salvini, ha inserito la cosiddetta Quota 100 in via sperimentale per tre anni, dando l’opportunità di accedere alla pensione anticipata a quei lavoratori che hanno già raggiunto almeno 62 anni di età e 38 di anzianità contributiva. 

Pensione anticipata: oneri aggiuntivi messi in conto

Il provvedimento, che prevede pure lo stop all’incremento dei requisiti per la pensione anticipata legato alla speranza di vita fino al 2026, avrebbe dovuto determinare tra il 2019 e il 2028, secondo i calcoli governativi, oneri aggiuntivi per 462,3 milioni di assegni conferiti in anticipo rispetto al regolamento precedente il decreto. Stando a quanto comunicato dalla Ragioneria dello Stato, da qui al 2036 il costo di Quota 100 arriverebbe a 63 miliardi. 

Come riportano le indagini condotte dall’Osservatorio Inps sui flussi di pensionamento, nel primo trimestre 2020 le pensioni anticipate sono aumentate, rispetto all’età di vecchiaia, del 103,6%, passando nel giro di dodici mesi da 27.056 a 55.085. 

Cosa sancisce la norma

La norma su Quota 100 prevede per chi abbia almeno 62 anni (e sia dunque nato prima o entro il 1959 nel 2021) di andare in pensione, purché vanti all’attivo 38 anni di contributi. È vietato il cumulo con l’attività fino alla maturazione delle condizioni fissate per la pensione di vecchiaia. Se si sono appena compiuti o si compirà a breve i 62 anni di età, l’anticipo può arrivare a cinque anni, poiché la soglia d’ingresso è recentemente salita a 67 anni. 

Nel caso dei lavoratori pubblici vige una finestra semestrale. I dipendenti hanno ovvero l’obbligo di inoltrare, almeno sei mesi prima dell’uscita, la richiesta di collocamento a riposo. Il Tfs viene erogato esclusivamente al raggiungimento dei requisiti per la pensione di vecchiaia o anticipata stabiliti dalla riforma Fornero, anche se, grazie ad un accordo con le banche, viene corrisposto un anticipo fino a 45 mila euro. 

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Circa l'autore

Giornalista pubblicista, laureato in Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bergamo nel 2013, con la tesi “L’evoluzione del marketing nel calcio inglese e tedesco: due sistemi a confronto” (relatore Alberto Marino, interventi di Marcel Vulpis, Christian Giordano, Gianfranco Teotino e Gianni Di Marzio). La tesi è poi confluita nella biblioteca Gea World
Dal 2018 al 2019 curatore web per l’Avv. Stefania Calì, specializzata nel diritto di famiglia.